»Biblioteca Poletti
» Fondo Tonini

Umberto ToniniUmbertoTonini
(Castelnuovo Rangone 1889 - Modena 1957)

Figlio primogenito di una famiglia benestante di Castelnuovo Rangone, per problemi finanziari familiari Umberto Tonini fu costretto ben presto ad abbandonare gli studi e a cercare un impiego a Modena come garzone. Di ritorno dal fronte divenne segretario amministrativo presso la Cooperativa Muratori, Cementisti e Fumisti di Modena.
Nel tempo libero fu collezionista onnivoro e instancabile di ogni genere di documenti su Modena e il suo territorio: cartoline e fotografie, libri, giornali ed opuscoli, opere dialettali e riviste satiriche, fino ai manifesti e volantini politici del dopoguerra.
Il talento e la sensibilità che ispirano la sua raccolta lo rendono un testimone d’eccezione della vita modenese nella prima metà del Novecento: dal 1975 è intitolata a Tonini una strada di Cognento.

 

La collezione Tonini

Già celebre a Modena durante la vita di Umberto e in seguito accuratamente conservata dai familiari, l’intera collezione - composta da oltre 30.000 documenti - è stata dagli eredi depositata presso la Biblioteca Poletti nel 2002 perché fosse valorizzata e accessibile al pubblico.
Si realizza così l’auspicio di quel cronista della Gazzetta dell’Emilia che, nel ricordare Umberto Tonini “mite, bonario, modesto, … autentico modenese di stampo antico”, scriveva il 27 luglio 1957: “è da augurarsi che così importante ed unica documentazione possa un giorno entrare a far parte delle civiche raccolte o di qualche istituto culturale cittadino, sotto forma di cessione o di deposito da parte dei familiari (…). Pensiamo che ne verrebbe perpetuata in tal modo, e meritatamente, la memoria”.
In occasione del Festivalfilosofia 2009, che aveva come tema la Comunità, è stata esposta per la prima volta al pubblico una selezione di documenti della collezione nella mostra Ethos degli italiani. Modena dagli anni Venti al dopoguerra dalla collezione di Umberto Tonini, a cura di Giuseppina Benassati e Daniele De Luigi: dalla ricchezza dei materiali è emersa l'immagine che la città ha costruito di se stessa al tempo della fotografia e il proprio senso di appartenenza comunitario nel quadro delle vicende nazionali.

Prospetto della collezione

copertinaBibliografia di riferimento

L'immagine di una comunità. La collezione di Umberto Tonini, a cura di Giuseppina Benassati, Bologna, Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna, Editrice Compositori, 2009