Questo sito accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalit minori dell'interfaccia sono visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C . Per maggiori informazioni consulta le pagine sugli Standard del Comune di Modena oppure vai al sito del Web Standard Project (WaSP) dove verranno illustrati i browser standard gratuiti disponibili per ogni piattaforma. vai direttamente al contenuto |

Canile Comunale

Rete Civica del Comune di Modena
Via Nonantolana 1219, Modena - tel. 059/8635178 | contatto |


Ricevi la nostra newsletter
Logo Ufficio diritti degli animali
Logo caleidos
Logo Argo

Per scegliere il compagno adatto

Anche gli animali, come del resto le persone, trasmettono i propri geni di generazione in generazione, ciò significa che alcuni aspetti morfologici (la fisionomia, i colori...) e alcuni aspetti caratteriali vengono tramandati in modo ereditario. La storia della domesticazione del cane è stata un processo lungo, durato moltissimi anni, che è strettamente collegato allo sviluppo delle razze, selezionate in modo naturale ed artificiale al fine di ottenere degli animali con un buon grado di addomesticamento ma specialmente in grado di sopperire ad un preciso ruolo funzionale, con una buona attitudine a svolgere un lavoro, animali affidabili ed addestrabili.
L'aspetto esteriore era solo secondario, ma, progressivamente, la funzionalità ha lasciato il posto ad altri criteri più estetici... anche se le attitudini comportamentali selezionate in origine in ogni razza non sono assolutamente andate perse!!! Tali attitudini sorgono oggi come dei "problemi" per l'uomo, ma di fatto, se si considera la selezione ed il ruolo funzionale dell'animale, sono assolutamente normali ed appartenenti al repertorio comportamentale della razza.
Quando si pensa di adottare un cane non si deve mai prescindere dalla filogenesi ed ontogenesi della razza o degli incroci dai quali deriva, perchè alcuni aspetti comportamentali sono prevedibili!!! L'utilizzo per il quale era stato selezionato il cane in origine fornisce moltissime indicazioni sul carattere dell'animale. Anche se sono passate moltissime generazioni, la selezione è stata così mirata ad avere dei soggetti con caratteristiche ben precise che una base comportamentale comune c'è sempre, anche se al giorno d'oggi si è perso l'uso dell'animale in ambito lavorativo.
I problemi sorgono quando ci si aspetta un cane da compagnia in un cane che per predisposizione di razza era stato selezionato per essere diffidente ed indipendente, con chiaramente le dovute eccezioni. È quindi un errore sottovalutare gli effetti della domesticazione e della selezione di razza; al momento dell'adozione bisognerebbe fare un accurata analisi sulle aspettative personali e su quali tipologie di cani potrebbero soddisfarle. Non è sempre vero che tutto dipende da come si educa il cane, certo, questo può arginare un particolare comportamento, ma il "fiume" che si argina è comunque sempre in piena!
Di seguito sono elencate le predisposizioni di razza dei principali gruppi di cani diffusi sul nostro territorio.
Va ricordato che la selezione di una stessa razza potrebbe essere mirata verso linee da lavoro e linee da esposizione, le prime saranno quelle con le caratteristiche comportamentali della razza, le seconde sono quelle in cui si predilige l'aspetto estetico mantenendo un livello di attitudini caratteriali relativamente basso. I meticci poi sono una fantasia di razze, non è sempre facile prevederne l'origine ne tantomeno la macedonia di aspetti caratteriali che ne risultano, ma bisogna comunque prestare attenzione!

  • Cani da Pastore e Bovari: sono stati selezionati per lavorare a fianco dell'uomo e al suo comando e sono pertanto molto attenti e disponibili alla comprensione-comunicazione. In origine erano utilizzati per condurre il bestiame specialmente perchè hanno forte personalità ed intraprendenza. Sono sensibili ma molto eccitabili e reattivi, molto motivati ed atletici necessitano di tanta attività fisica e mentale. Proprio per questo i Border Collie sono tanto utilizzati negli sport cinofili!!!
  • Guardiani del bestiame (tipo da montagna) e Mastini, Schnauzer e Pinscher-Dobermann: in queste razze è stata privilegiata una spiccata diffidenza verso gli estranei, indipendenza e scarso riconoscimento delle gerarchie. Possono prendere iniziative in base a sensazioni di pericolo o invasione del territorio, con molta rapidità di reazione. Ad esempio il Pastore Maremmano originale veniva e viene tutt'oggi lasciato insieme al suo branco, le pecore, e non ha nessun contatto con il pastore.
  • Terrier: sono cani agonistici, combattivi, predatori e tenacissimi. Possono essere imprevedibili per l'elevata reattività e spesso è difficile la convivenza con altri animali.
  • Bassotti: sono meno combattivi dei terrier ma altrettanto ostinati e "chiacchieroni".
  • Segugi: non molto addestrabili, un po' indipendenti anche se amano stare in gruppo, ma comunque molto docili di carattere.
  • Bracchi: cani reattivi, atletici, possessivi ma molto dipendenti ed obbedienti, affidabili per la compagnia e molto tolleranti anche con bambini irruenti.
  • Retriever e Spaniel: molto docili e con poca predisposizione agonistica anche se comunque sono molto sportivi e bravi in attività come riporto e la ricerca... Sono molto adatti anche per bambini piccoli, specialmente gli animali di sesso femminile. Splendidi animali da compagnia anche se deve essere sempre considerata la loro vivacità e voglia di fare.
  • Spitz, cani Nordici (slitta, caccia, guardia, pastore): animali molto indipendenti, refrattari all'addestramento, alcuni predatori. Sono spesso gerarchici e agonistici, alcuni combattivi e non troppo manipolabili. Quelli di piccola taglia sono molto acuti nell'apprendimento e buoni allertatori.
  • Cani da compagnia: Selezionati per essere compagni, a loro agio in braccio e coccolati, sensibili, delicati, simpatici, spesso di grande personalità nella mole minuta. Originano da tipologie e attitudini diverse che ne influenzano il temperamento. Non possono sopportare manipolazioni rudi e pertanto non sempre sono indicati per i bambini piccoli.
  • Levrieri: Affascinanti per la bellezza, criticati per il carattere non espansivo e non sempre cooperativo, ma si sono dimostrati perfetti animali da compagnia per persone quiete (greyhound ex-corse), anche in appartamento! Sono calmi e docili, ricercano il contatto ma in modo riservato e mai irruento. Hanno una pelle molto sensibile, non tollerano manipolazioni pesanti anche perchè hanno una bassa soglia del dolore

Proprio per tutti questi motivi, quando vi recate in canile per adottare un cane, non infastiditevi di tutte le domande che vi saranno poste dagli operatori... le informazioni ricavate non serviranno per giudicarvi idonei ai fini dell'adozione, ma sono fondamentali per capire quali sono le vostre aspettative ed il vostro stile di vita per poi consigliarvi verso il cane più adatto, specialmente perchè gli operatori conoscono il carattere e la storia degli animali ospitati, che sono davvero tanti!!! In questo modo auspichiamo di gettare le basi per instaurare una buona relazione.

 
Ultimo aggiornamento marzo 2016