Questo sito accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalit minori dell'interfaccia sono visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C . Per maggiori informazioni consulta le pagine sugli Standard del Comune di Modena oppure vai al sito del Web Standard Project (WaSP) dove verranno illustrati i browser standard gratuiti disponibili per ogni piattaforma. vai direttamente al contenuto |

Canile Comunale

Rete Civica del Comune di Modena
Via Nonantolana 1219, Modena - tel. 059/8635178 | contatto |


Ricevi la nostra newsletter
Logo Ufficio diritti degli animali
Logo caleidos
Logo Argo
Immagine News

17/01/2011
Modena si prende cura degli animali
Il nuovo anno è partito con una bella novità per gli animali modenesi:il 10 gennaio è stato approvato il Regolamento a tutela dei loro diritti che, come commentato dall’assessore all’Ambiente, Simona Arletti, “rappresenta una nuova pagina di civiltà per Modena, dal momento che il grado di civiltà di un Paese si misura sulla base del trattamento riservato agli animali”.
La normativa comunale infatti introduce la possibilità di accesso per i cani in bar e ristoranti, ove l’esercente sia d’accordo e nel rispetto delle norme igieniche. I cani dei non vedenti invece possono entrare senza limitazioni. Sul fronte degli spettacoli circensi invece, il divieto di attendamento è stato allargato ad elefanti e grandi felini. E ancora, devono essere seguite indicazioni di ampliamento, rispetto alle norme regionali, delle misure di alcuni box dove si custodiscono o si espongono gli animali. Viene inoltre espressa la volontà di promuovere progetti di pet therapy e di relazione uomo-animale.
Si è pensato anche ai volatili attraverso l’intento di attivare un censimento delle colonie di rondoni e balestrucci e il vincolo, per gli edifici pubblici in ristrutturazione, del parere dell’Ufficio Diritti Animali. Infine, è stata ripresa l’intenzione di creare un cimitero per i piccoli amici domestici che potrebbe essere edificato nell’area ex Tav, vicino al canile intercomunale.
Insomma, questo Regolamento che si ispira a due principi chiave: il diritto dell’animale all’integrità fisica, in quanto essere che prova dolore, e la responsabilizzazione dell’essere umano che lo prende in cura, contiene i presupposti per il miglioramento della qualità della vita dei nostri amici animali, quindi ora non resta che metterlo in pratica salutando nel migliore dei modi questo neonato 2011.




« Visualizza tutte le notizie