Questo sito accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalit minori dell'interfaccia sono visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C . Per maggiori informazioni consulta le pagine sugli Standard del Comune di Modena oppure vai al sito del Web Standard Project (WaSP) dove verranno illustrati i browser standard gratuiti disponibili per ogni piattaforma. vai direttamente al contenuto |

Canile Comunale

Rete Civica del Comune di Modena
Via Nonantolana 1219, Modena - tel. 059/8635178 | contatto |


Ricevi la nostra newsletter
Logo Ufficio diritti degli animali
Logo caleidos
Logo Argo
Immagine News

14/02/2011
Il massacro di Whistler
Oggi vogliamo ricordare i cento husky massacrati in Canada, nell'aprile 2010 perché, terminate le Olimpiadi di Vancouver, non servivano più.
Nel fine settimana scorso un folto gruppo di manifestanti con i loro cani si sono radunati vicino a uno dei chioschi dell’Outdoor Adventures , (vicino alla stazione turistica di Whistler) e hanno organizzato un funerale simbolico.
L’evento ha anche voluto sollevare il problema delle leggi che puniscono la violenza sugli animali, che in Canada non sarebbero abbastanza severe, nonostante sia illegale uccidere un animale non malato, e senza l’aiuto di un veterinario. I dimostranti hanno fatto circolare una petizione che verrà presentata a Ottawa per inasprire la legge vigente.
I cani erano stati uccisi con colpi di pistola e a coltellate e messi in una fossa comune, in alcuni casi ancora vivi, poichè l’azienda Howling Dog Tours, ora posseduta dall’Outdoor Adventures, aveva perso i clienti acquistati durante le Olimpiadi di Vancouver. La faccenda è diventata di dominio pubblico solo la scorsa settimana, perchè l’impiegato addetto alle uccisioni ha chiesto e ottenuto un risarcimento per lo stress post traumatico derivato dalla strage.
Vogliamo però concludere con una nota di ottimismo: le autorità canadesi, di fronte allo scandalo divampato, hanno promosso una commissione governativa proprio per far luce sul massacro degli husky di Vancouver. E per evitare che l’orrore possa ripetersi… noi ci auguriamo che vadano fino in fondo.




« Visualizza tutte le notizie