Questo sito accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalit minori dell'interfaccia sono visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C . Per maggiori informazioni consulta le pagine sugli Standard del Comune di Modena oppure vai al sito del Web Standard Project (WaSP) dove verranno illustrati i browser standard gratuiti disponibili per ogni piattaforma. vai direttamente al contenuto |

Canile Comunale

Rete Civica del Comune di Modena
Via Nonantolana 1219, Modena - tel. 059/8635178 | contatto |


Ricevi la nostra newsletter
Logo Ufficio diritti degli animali
Logo caleidos
Logo Argo

19/12/2011
IL CANE IN CONTESTO URBANO
Il cane è, per eccellenza, il miglior amico dell’uomo che, a differenza di quanto accadeva fino a non più di un secolo fa, si trova a condividere, sempre più di frequente, col proprio padrone la vita in città. Vivere con un cane in contesto urbano implica, anche per il benessere e la salvaguardia dell’animale stesso, una serie di doveri e di responsabilità che è importante conoscere e rispettare. L’iscrizione all’anagrafe caninaLa normativa italiana prevede che, entro due settimane dall’acquisizione dell’animale, il proprietario ne denunci la presenza tramite l’iscrizione all’Anagrafe Canina Regionale, iscrizione  che si può effettuare presso i deputati  uffici, presenti in ogni comune. E’ importante ricordare di segnalare agli uffici competenti anche ogni variazione anagrafica (la residenza) che interessa il nucleo familiare in cui vive il quattrozampe, eventuali cessioni a terzi dell’animale  e, qualora si realizzi, il decesso dello stesso. Il cane dovrà inoltre essere dotato di un sistema di identificazione, detto microchip, che verrà inoculato, a livello sottocutaneo, da un veterinario. La registrazione all’ Anagrafe canina dell’animale ed il microchip sono strumenti che tutelano il cane favorendone l’identificazione e la riconsegna al proprietario in caso di smarrimento o furto.    Guinzaglio e museruolaQuando il cane viene condotto in luogo pubblico, sia esso all’aperto o in locali al chiuso, deve essere obbligatoriamente tenuto al guinzaglio ed  il proprietario deve essere in possesso di una museruola. Esistono in commercio una pluralità di modelli di musureole che possono essere scelte in base alle caratteristiche del cane. A differenza del passato è possibile reperire museruole a fascia che, qualora debbano essere necessariamente indossate, risultano ben tollerate dall’animale. Rispetto ai guinzagli, l’attuale normativa, vieta l’uso di quelli estensibili e stabilisce che la lunghezza massima non possa superare i 150 cm (1 mt e mezzo) Il lasciare libero l’animale è permesso solo nelle aree di sgambamento, presenti in alcune città, appositamente destinate a questo uso. L’uso del guinzaglio rappresenta un forte elemento di tutela per la sicurezza e l’incolumità del cane che potrebbe, se non contenuto, rischiare concretamente di essere travolto da un automezzo con conseguenze spesso molto gravi se non mortali. E’ preferibile, sempre per il benessere dell’animale, acquistare un collare a pettorina che ha l’effetto di contenere il cane senza comprimerne, fastidiosamente, la zona del collo.  Sacchetto e palettaLa raccolta degli escrementi solidi degli animali risulta essere importante non solo per una questione di pubblico decoro ma anche per la salute collettiva in quanto si evita la diffusione nell’ambiente di possibili agenti patogeni, a trasmissione oro-fecale, potenzialmente presenti nelle feci e capaci di trasmettersi ad altri animali se non addirittura all’uomo. Esistono in commercio appositi sacchetti monouso specifici e palette per la raccolta delle deiezioni. Le stesse vanno smaltite nei contenitori della raccolta indifferenziata oppure negli appositi contenitori presenti nelle eventuali aree cani comunali.E’ importante ricordare che i regolamenti comunali impongono che l’animale non sporchi ad almeno 100 metri dalle aree gioco destinate ai bambini.   Polizza Assicurativa Ogni proprietario di animale dovrebbe tutelarsi, stipulando una polizza assicurativa, da eventuali incidenti o danni a cose e persone di cui potrebbe rendersi responsabile il proprio quattrozampe. E’ importante sapere che per alcune razze di cane, ritenute pericolose dalla normativa vigente, la polizza assicurativa è divenuta obbligatoria. Qualsiasi compagnia assicurativa sarà in grado, ad un costo annuale contenuto, di offrirvi la possibilità di stipulare una polizza relativa alla responsabilità civile nei confronti di terzi legate alla proprietà di un animale.    




« Visualizza tutte le notizie