Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Città che cambia / Progetti conclusi / Scuola Mattarella / Scuole Mattarella
Città che cambia

logo-citta-che-cambia.jpg

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Scuole Mattarella

Nuova struttura

La nuova struttura didattica - inserita in una realtà di quartiere a carattere prevalentemente residenziale, a Sud del centro storico, in un’area chiamata La Rotonda ed in prossimità del Parco della Repubblica - è organizzata su due piani e prevede 13 aule scolastiche, 3 laboratori speciali, un’aula interciclo e diversi locali di servizio. Al piano terra sono presenti uffici di segreteria, spazi per insegnanti e una sala di lettura. In prossimità dell’ingresso si trova la palestra con i relativi spogliatoi e uno spazio per attività teatrali.

Dall’atrio si accede alla mensa scolastica, collegata con il verde esterno: i locali possono ospitare due turni di refezione mentre la cucina è attrezzata per la suddivisione dei pasti e la preparazione dei primi piatti.

Un ampio atrio, collega visivamente e architettonicamente gli spazi e i volumi e può essere utilizzato anche per funzioni extrascolastiche, mostre e incontri.

L’area verde esterna è protetta da recinzioni, ha ingressi controllati e, all’interno, ha un’area di sosta per i mezzi di trasporto pubblico degli alunni. Nell’area è prevista la realizzazione di un campetto sportivo polivalente, che potrà essere utilizzato anche in orario extrascolastico.

Particolare attenzione viene data al rapporto interno-esterno: lo spazio esterno è parte integrante del progetto, con ambientazioni di verde diffuso, possibilità di creare luoghi ombreggiati nelle diverse ore del giorno e spazi liberi per le attività ludiche e motorie.

La vocazione pubblica di questo edificio trova espressione nella volontà di ampliare il proprio ruolo nei confronti della comunità locale, per configurarsi come uno spazio civico a disposizione di funzioni extrascolastiche con forte valore di aggregazione sociale. Spazi come la palestra, l’aula motricità, i laboratori didattici, la mensa, potranno essere utilizzati per laboratori, corsi, iniziative per arricchire le proposte sociali, formative e culturali del territorio.

La composizione architettonica del progetto sottolinea queste caratteristiche ed evidenzia i tre elementi volumetrici principali: il corpo scolastico vero e proprio posto a sud, i volumi giustapposti che ospitano le funzioni complementari di carattere pubblico verso nord e infine l’atrio di ingresso a cerniera tra i due ambiti precedenti, “un vuoto” che oltre a svolgere una funzione connettiva tra le parti, diviene ampia piazza coperta pluri-funzionale.

Gli edifici sono progettati secondo le normative scolastiche e di sicurezza vigenti: le strutture portanti sono dimensionate nel rispetto della normativa antisismica mediante un sistema strutturale a telaio portante in cemento armato, tamponamenti e copertura altamente isolanti con elevate prestazioni ed efficienza termica sia invernale che estiva.

La scelta dei materiali come meglio descrive la relazione tecnica, si basa sul rispetto dei principi della bioarchitettura e della bioclimatica e si caratterizza per l’uso di materiali a basso impatto ambientale, certificati, che garantiscono efficienza energetica e salubrità degli ambienti.

Nella terrazza che sormonta la mensa, sarà creato un orto-giardino pensile curato dagli alunni: una sorta di laboratorio esterno che potrà consentire lo svolgimento di attività applicate legate ai temi dell’ambiente e dell’alimentazione. La struttura sportiva polivalente esterna è in verde sintetico. Elevati standard di isolamento termico di murature e vetrate permettono di realizzare una scuola in classe energetica A. Sono previsti sistemi tecnologici a basso consumo e ad elevate prestazioni per garantire il massimo comfort nelle diverse condizioni climatiche, con sistemi di produzione che utilizzano fonti rinnovabili, in particolare sistemi fotovoltaici e solare termico che rendono il consumo della struttura prossimo a zero.

I lavori del terzo stralcio della nuova scuola riguardano la realizzazione delle finiture interne con controsoffitti e tinteggi, dei serramenti interni, alcuni impianti della mensa, tutti i terminali e corpi illuminanti, l’impianto fotovoltaico. Esternamente saranno realizzate tutte le opere di urbanizzazione, la piazza e il verde.


Pianta piano primo

Pianta piano terra

Relazione tecnica

Informazioni

Tempi previsti

Primo stralcio: iniziato nel 2009, terminato a marzo 2011

Secondo stralcio: concluso ad agosto 2014

Terzo stralcio: conclusione prevista entro settembre 2016

Inaugurata il 15 settembre 2016

Investimento

primo stralcio 3.000.000 €

secondo stralcio 3.060.000 €

terzo stralcio 3.200.000 €

Responsabile progetto

Settore Lavori Pubblici, Patrimonio e Manutenzione urbana
Roberto Pieri