Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Bonvi, la vita in un tratto

BonviFranco Bonvicini in arte Bonvi (Modena, 1941- Bologna, 1995), maestro del fumetto italiano e internazionale a partire dal 1968 con le intramontabili Sturmtruppen, pubblicate in più di 20 paesi e tradotte in 11 lingue.

È solo l’inizio: dalla sua inarrestabile creatività nascono nel 1969 Cattivik (poi ceduto all’allievo Silver) e nel 1972 la saga Storie dello spazio profondo realizzata assieme a Francesco Guccini. Nello stesso anno, con Guido De Maria, Bonvi crea Nick Carter, il personaggio più celebre della trasmissione Gulp! Fumetti in Tv, pubblicato anche sul «Corriere dei Ragazzi».

Nel 1973 da alla luce le Cronache del dopobomba, censurato in Italia e pubblicato in Francia a partire dall’anno successivo. Per il mercato francese realizza anche Milo Marat, su testi di Mario Gomboli, e vignette satiriche per il quotidiano l’«Humanité».

Nel 1978 da vita a L’uomo di Tsushima dove si ritrae nei panni di Jack London (edizioni Cepim, oggi Sergio Bonelli Editore); è invece del 1979 Marzolino Tarantola, ideato appositamente per il programma SuperGulp! Fumetti in Tv.

Nel 1993 nasce Blob, personaggio che prende letteralmente vita da una discarica delle Sturmtruppen per diventare una serie autonoma pubblicata su «Comix», il giornale a fumetti edito da Franco Cosimo Panini.

Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale www.bonvi.it a cura dell’agenzia Chiaroscuro di Bologna, che su licenza degli eredi detiene i diritti di tutta l'opera di Bonvi.