Domande frequenti

Devo recarmi in auto in Centro Storico (Ztl), quali sono le regole per l'accesso?

Possono entrare in Zona a Traffico Limitato (ZTL) liberamente solo le biciclette e i ciclomotori fino a 50 cc.,i motocicli a due ruote con cilindrata superiore a 50 cc. (dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 21.00, il sabato dalle 7.00 alle 14.00, escluso domenica e i festivi) e i mezzi utilizzati per servizi di pubblico interesse (City Porto, trasporto pubblico, ambulanze, Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco, ecc.).
Ogni altro accesso è regolamento e richiede, a seconda del caso, o preventiva autorizzazione o successiva comunicazione.

Tutte le informazioni sull'ingresso in zona a traffico limitato

E' in distribuzione il modello Unico?

Il modello Unico cartaceo è  in distribuzione presso:

  • Uffico Relazioni con il Pubblico di Piazzagrande
  • Uffici Relazioni con il Pubblico dei Quartieri
  • Punto informativo di Via Santi, 40

La dichiarazione si può presentare dal 2 maggio 2017 al 30 giugno 2017 se la presentazione viene effettuata in forma cartacea per il tramite di un ufficio postale
Entro il 2 ottobre 2017 se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.


Attenzione
Le scadenze possono subire variazioni o proroghe. Ti consigliamo di consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate nella la sezione del sito dedicata allo scadenzario.

 Tutte le informazioni sul modello Unico

La mia proprietà è invasa dalla cimice dell'olmo, cosa devo fare?

Ogni anno il comune di Modena interviene con trattamenti preventivi in tutti i siti pubblici del territorio comunale, prima che gli insetti divengano adulti e lascino la pianta. I possessori di olmi privati, in base ad una specifica ordinanza, vengono avvertiti ogni anno della necessità di eseguire i trattamenti per limitare il fenomeno. Il trattamento non elimina il 100 % degli insetti e occorre inoltre ricordare il carattere temporaneo del fenomeno, limitato alla parte finale della primavera e alla prima parte dell’estate.
E' importante tenere in considerazione alcuni suggerimenti:
- evitare l'ingresso all’interno delle abitazioni: in caso di infestazioni solo esterne (muri, terrazzi, balconi, ecc.) il problema è minore
- controllare gli accessi all’interno delle abitazioni mediante uso di zanzariere, schermature o altre barriere fisiche, eliminazione di fessure e potenziali varchi, anche se non sono soluzione per impedire al 100 % il passaggio degli adulti. 
- rimuovere meccanicanicamente, mediante aspirazione, gli insetti
- utilizzare trattamenti insetticidi localizzati ai soli luoghi di possibile raccolta degli insetti, utilizzando i prodotti normalmente reperibili in commercio, tenendo comunque conto dell’efficacia assai limitata nel tempo.

Devo apporre il timbro per la data certa su un documento, dove mi devo recare?

A partire dal 1 aprile 2016 Poste Italiane non effettua più il servizio “Data Certa”, che garantiva l’attestazione del pubblico ufficiale, mediante il timbro postale apposto su documenti come contratti, dichiarazioni unilaterali e altre scritture private, in tal modo supplendo alle funzioni che altrimenti spetterebbero al notaio o all’Agenzia delle Entrate mediante il servizio di registrazione.
La Data Certa ha lo scopo di rendere opponibile un documento ad eventuali controinteressati, a dare la certezza del giorno in cui un determinato atto è stato firmato, a supportare le difese del contribuente nei confronti del fisco, a dare certezza ai rapporti contrattuali tra i privati cittadini, ecc.
Essa, infatti, consiste nella prova della formazione di un documento in un determinato arco temporale o, comunque, nella prova della sua esistenza anteriormente ad uno specifico evento o una specifica data.
Chi voglia pertanto fornire di data certa un documento potrà affrancarlo regolarmente e spedirlo a sé medesimo, in modo tale che sulla busta venga apposta comunque il codice a barre dal quale è possibile risalire alla data di spedizione, anche mediante il servizio internet offerto da Poste Italiane “Dove Quando”.

Devo recarmi all'estero con un'auto non di mia proprietà, cosa devo fare?

Se ti rechi all'estero con un'auto non di tua proprietà devi farti rilasciare apposita autorizzazione da parte del proprietario dell'auto.

Il proprietario dell'automezzo deve compilare un modulo indicando i suoi dati anagrafici e quelli della persona alla quale cede l'auto e presentarsi presso gli sportelli dell'Ufficio anagrafe con un documento di identità valido.

 

Tutte le informazioni sull'autorizzazione

Voglio portare in vacanza con me il mio cane/gatto/furetto, che documenti mi occorrono?

Da luglio 2004 il passaporto per animali da compagnia è obbligatorio per il trasporto cani, gatti e furetti nei Paesi dell'Unione Europea.

Il passaporto consente di identificare l'animale e contiene le indicazioni che permettono di accertarne lo stato di salute (antirabbia, vaccinazioni...).

Modalità di richiesta
Vai all'anagrafe canina o da un veterinario convenzionato per la richiesta di microchip e succesivamente rivolgiti, previo appuntamento, al servizio veterinario dell'Usl, per il rilascio del passaporto.

Tutte le informazioni sul passaporto sul Sito internet della Polizia di Stato

Mio figlio minorenne deve andare all'estero, che documento occorre?

Tutti i minorenni per viaggiare devono essere in possesso di un documento personale valido per l'espatrio ovvero del passaporto o, per i Paesi UE, anche di carta di identità valida per l'espatrio.
Sono valide per l'espatrio le carte di identità che non rechino sul retro la dicitura "non valida per l'espatrio"

Tutte le informazioni sui documenti per minori

Quando si può accendere il riscaldamento?

Nel Comune di Modena puoi accendere l'impianto di riscaldamento esclusivamente dal 15 ottobre al 15 aprile per un massimo di 14 ore giornaliere, comprese tra le ore 5.00 e le ore 23.00 di ciascun giorno
Al di fuori di tali periodi gli impianti possono essere attivati solo in presenza di situazioni climatiche che ne giustifichino l'esercizio e comunque con una durata giornaliera non superiore alla metà di quella consentita a pieno regime (7 ore).

Tutte le informazioni sulle norme per l'accensione e lo spegnimento degli impianti termici

La mia casa è invasa dalle cimici, cosa devo fare?

La Cimice asiatica è una specie esotica di origine orientale ed è la principale responsabile delle invasioni delle abitazioni. Si tratta di un insetto innocuo per uomo e animali: non punge e non trasmette malattie. E’ però molto fastidiosa per l’abitudine di entrare in massa nelle abitazioni per svernare in autunno e per la tendenza a raggrupparsi. Si tratta di un fenomeno stagionale e temporaneo, destinato ad esaurirsi in modo naturale. Non si consigliano pertanto particolari interventi, in quanto eventuali disinfestazioni risulterebbero nocivi per la salute pubblica.  Per limitare i disagi nelle abitazioni si possono effettuare interventi di rimozione meccanica degli insetti, preferibilmente mediante aspirazione.

Consulta tutte le informazioni sulle cimici

A chi mi devo rivolgere per la presenza di topi nel mio cortile?

Gli interventi di derattizzazione o disinfestazione in aree private sono a carico dei singoli cittadini e possono essere concordati con l'Amministratore condominiale o direttamente con una delle ditte specializzate reperibili attraverso le pagine gialle nella categoria disinfezione/disinfestazione/derattizzazione.

L'Amministrazione comunale può intervenire su spazi e aree pubbliche (strade, scuole, parchi, ecc.).
Per segnalare la necessità di un intervento su area pubblica contatta l'Urp – Ufficio Relazioni con il Pubblico.

E' in distribuzione il modello 730?

Il modello 730 cartaceo è  in distribuzione presso:

  • Uffico Relazioni con il Pubblico di Piazzagrande
  • Uffici Relazioni con il Pubblico dei Quartieri
  • Punto informativo di Via Santi, 40

La scadenza per la presentazione del  modello 730 è prevista per il 7 luglio 2017.


 Tutte le informazioni sul modello 730