Tu sei qui: Portale Appuntamenti 19 APRILE ALLE 21.30 MATTEO TONI IN CONCERTO
Appuntamenti

Venerdì 15 dicembre NODE torna negli spazi della Galleria Civica di Modena con un dialogo sonoro tra Nicola Ratti e Dakim e l'arte di Cesare Leonardi

. E da mercoledì 13, in orario di mostra, i visitatori potranno assistere in prima persona al progetto di residenza dei musicisti nella sala grande di Palazzo Santa Margherita.
Domenica 14 gennaio, quarto e ultimo appuntamento con il calendario di visite guidate alla mostra dedicata a Cesare Leonardi, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Modena.
Domenica 14 gennaio ultimo appuntamento con il calendario di laboratori didattici indirizzati ai bambini, organizzati in occasione della mostra di Cesare Leonardi
 

19 APRILE ALLE 21.30 MATTEO TONI IN CONCERTO

— archiviato sotto:

accompagnato da Enrico Stalio e Giulio Martinelli. Il concerto sarà trasmesso in streaming all'indirizzo http://www.livestream.com/cittadimodena

Cosa
  • Concerto
Quando 19/04/2011
da 09:30 pm al 11:00 pm
Dove Palazzo Santa Margherita
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Martedì 19 aprile alle 21.30 la musica contemporanea sarà protagonista a Palazzo Santa Margherita. In Sala grande si esibirà in concerto, in trio e come solista, Matteo Toni, cantante, chitarrista, autore, già voce della funk-reggae band "Sungria", che vanta numerose collaborazioni e concerti in apertura di artisti del calibro di Caparezza, Après la Classe, Marlene Kuntz, Meganoidi.
L'artista modenese presenterà con Giulio Martinelli alla batteria ed Enrico Stalio al basso l'EP di esordio Qualcosa nel mio piccolo, prodotto da Moltheni e Gilberto Caleffi per Still Fizzy Records, recensito, fra gli altri, su Repubblica, Mucchio, Onda Rock, Blow Up, Insound, Rumore.
“Un notevole EP d’esordio – secondo RAW&WILD - Cinque brani intimisti, d’atmosfera, trascinanti come nella migliore tradizione funk-blues, suonati e cantati egregiamente... con la consapevolezza che di Matteo Toni si sentirà, presto, molto parlare.”
Un suono radicale, fatto di voce di chitarra slide e del battito dei piedi, che, all'occorrenza, può essere potente come un’orchestra, si accompagna a testi che raccontano frammenti del suo percorso personale e artistico e storie di una generazione disorientata o piacevolmente anestetizzata.
Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.
Il concerto sarà trasmesso in streaming all'indirizzo http://www.livestream.com/cittadimodena a cura della Rete Civica del Comune di Modena.