Appuntamenti
Sabato 21 ottobre parte il calendario di laboratori didattici indirizzati ai bambini dai 4 agli 11 anni e organizzati nella sala grande di Palazzo Santa Margherita in occasione della mostra Cesare Leonardi. L'Architettura della Vita.
Domenica 29 ottobre, appuntamento a Bosco Albergati per una giornata alla scoperta della Città degli Alberi, bosco di pianura progettato da Cesare Leonardi.
 

CITTÀ, VISIONI, TRASFORMAZIONI

Gabriele Basilico e il progetto L.R. 19/98 quindici anni dopo: riflessioni su fotografia e committenza pubblica, venerdì 20 maggio

Cosa
Quando 20/05/2016
da 06:00 pm al 08:00 pm
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Venerdì 20 maggio alle ore 18.00, nelle sale superiori di Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 a Modena, la Galleria civica di Modena organizza l'incontro pubblico dal titolo “Città, visioni, trasformazioni”, dedicato alla ricerca di Gabriele Basilico.

L’evento, in collaborazione con IBC, Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna, è organizzato in occasione della recente convenzione che ha portato in comodato gratuito nella Raccolta della Fotografia della Galleria civica l'intero nucleo di 94 opere appartenenti alla serie L.R. 19/98. La riqualificazione delle aree urbane in Emilia-Romagna, realizzate dal fotografo milanese nel 2001 su incarico dell’ente regionale. Queste fotografie si aggiungono così alle 6 commissionate a Basilico in quella circostanza dall'Assessorato alla Trasformazione Urbana del Comune di Modena sulle aree dismesse della città, e già presenti da allora nella collezione del museo.

Proprio a partire da quell'importante progetto avrà luogo una conversazione sul tema delle campagne fotografiche di documentazione del territorio in relazione alle committenze pubbliche, e in cui verrà ripercorsa la storia della collaborazione tra l’IBC e il museo modenese. I protagonisti della conferenza, chiamati a intervenire con testimonianze teoriche, storiche e di esperienza diretta nei settori della fotografia e degli studi sul territorio, sono Piero Orlandi, architetto e committente per la Regione ER della campagna fotografica di Basilico, Giuseppina Benassati, responsabile catalogazione e valorizzazione dei fondi iconografici, Istituto per i beni culturali, Roberta Valtorta, storica della fotografia e direttrice del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo, Giovanna Calvenzi, photo-editor, giornalista e curatrice di fotografia.

 

L’incontro si svolge alla presenza di una selezione di dieci opere di Basilico, che ritornano negli spazi della Galleria civica a distanza di quasi 15 anni dalla mostra originaria del 2002 e saranno visibili nelle Sale superiori di Palazzo Santa Margherita già dalle ore 16.00. Le fotografie offrono lo spunto per una ridefinizione e un confronto aggiornato sui temi del rapporto tra politica e creazione artistica, del ruolo dell’autore tra libertà e esigenze della committenza, della formazione di archivi fotografici e della loro valorizzazione.

La campagna fotografica di Gabriele Basilico ha origine nella legge regionale n. 19 del 1998, con la quale si dava concretezza alle politiche per la riqualificazione di spazi urbani dismessi in Emilia-Romagna, grazie a finanziamenti per progetti e interventi di recupero destinati ad aree commerciali o industriali che avevano perso nel tempo la loro funzione. In quell’occasione venne commissionata dalla Regione una campagna fotografica a Basilico, uno dei più noti fotografi italiani, con l’intento di documentare il paesaggio prima della sua trasformazione: caserme, ospedali, mercati bestiame, carceri, industrie, scali merci ed aree ferroviarie. Nella mostra che venne realizzata confluì una selezione delle oltre settecento immagini che il fotografo, nel corso di tre mesi di lavoro nel 2001, realizzò nelle aree urbane in 27 comuni della regione. Con questa scelta, oltre a marcare fortemente il mezzo fotografico come strumento privilegiato per la lettura, il monitoraggio e l’analisi del territorio e dei suoi processi di trasformazione, si ribadiva il ruolo centrale di Basilico quale straordinario interprete di campagne documentarie del territorio, con il suo fotografare i luoghi antropizzati, senza mostrare la presenza della figura umana, con il stile inconfondibile già messo a punto in passato nel corso della più grande committenza pubblica della storia della fotografia, promossa dal governo francese, la Mission Photographique de la DATAR.

 

Note biografiche

Giuseppina Benassati è responsabile della catalogazione e della valorizzazione dei fondi grafici e fotografici dell’IBC, veste per la quale è attiva in gruppi di lavoro nazionali. È responsabile scientifico del catalogo online IMAGO e della catalogazione della fotografia nei Poli bibliotecari della Regione (oltre due milioni di informazioni digitali disponibili e liberamente accessibili in rete). Ha all’attivo numerose pubblicazioni, tra cui: La fotografia. Manuale di catalogazione (1990); Le carte di Giovannino. Prime indagini sui materiali dell’Archivio Guareschi (2008); La melomania nelle carte: Giuseppe Verdi nell’iconografia e nel collezionismo di immagini musicali (2014). In rapporto alle collezioni fotografiche modenesi, L’immagine di una comunità. La collezione di Umberto Tonini (2009).

Giovanna Calvenzi dopo avere insegnato per undici anni storia della fotografia, dal 1985 lavora come photo-editor e ha collaborato con diversi periodici italiani. Nel 1998 è stata direttore artistico dei Rencontres de la Photographie di Arles e nel 2014 delegato artistico del Mois de la Photo a Parigi. Insegna photo-editing e svolge un’intensa attività di studio sulla fotografia contemporanea.

Piero Orlandi è architetto. Tra il 1978 e il 2015 ha lavorato presso la Regione Emilia-Romagna, con incarichi in materia di beni culturali, politiche abitative, qualità architettonica. Ha fatto parte del gruppo di lavoro che ha elaborato il Piano Paesistico regionale a metà anni Ottanta. Ha pubblicato con l'Istituto Beni Culturali varie ricerche, tra cui Quale e Quanta. Architettura in Emilia-Romagna nel secondo Novecento (2005) e Visioni di città. La fotografia tra indagine e progetto (2014). Nel 2001 ha ideato la campagna fotografica sulle aree da riqualificare condotta da Gabriele Basilico (L.R.19/98. La riqualificazione delle aree urbane in Emilia Romagna) e curato le iniziative espositive ed editoriali conseguenti.

Roberta Valtorta, direttore scientifico del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo-Milano, ha tenuto corsi universitari a Udine, Roma, Milano, e dal 1984 insegna Storia e Teoria della Fotografia al Centro Bauer di Milano. Tra le recenti pubblicazioni: Il pensiero dei fotografi. Un percorso nella storia della fotografia dalle origini a oggi (2008); Luogo e identità nella fotografia italiana contemporanea (2013).

 


CITTÀ, VISIONI, TRASFORMAZIONI

Gabriele Basilico e il progetto L.R. 19/98 quindici anni dopo: riflessioni su fotografia e committenza pubblica.

 

VENERDI' 20 MAGGIO, ORE 18.00 (Apertura sala ore 16.00)

PALAZZO SANTA MARGHERITA, SALE SUPERIORI

Corso Canalgrande 103, 41121 MODENA

ingresso libero