Tu sei qui: Portale Appuntamenti NESSUN DORMA: LE INIZIATIVE DELLA GALLERIA CIVICA PER LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI
Appuntamenti
Sabato 21 ottobre parte il calendario di laboratori didattici indirizzati ai bambini dai 4 agli 11 anni e organizzati nella sala grande di Palazzo Santa Margherita in occasione della mostra Cesare Leonardi. L'Architettura della Vita.
Domenica 29 ottobre, appuntamento a Bosco Albergati per una giornata alla scoperta della Città degli Alberi, bosco di pianura progettato da Cesare Leonardi.
 

NESSUN DORMA: LE INIZIATIVE DELLA GALLERIA CIVICA PER LA NOTTE EUROPEA DEI MUSEI

Sabato 21 maggio appuntamenti di musica e poesia e apertura straordinaria delle mostre fino alle 24.00

Cosa
Quando 21/05/2016
da 10:30 am al 11:55 pm
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

Sabato 21 maggio in occasione della Notte Europea dei Musei, le mostre della Galleria civica di Modena - Nino Migliori. Lumen, leoni e metope del Duomo di Modena a Palazzo Santa Margherita e La Memoria Finalmente. Arte in Polonia 1989-2016 alla Palazzina dei Giardini - rimarranno aperte ad orario continuato dalle 10.30 alle 24.00.

 

Nella stessa giornata, inserite nel programma modenese di Nessun Dorma, sono previste due iniziative di poesia e musica:


Palazzo Santa Margherita - Sala grande

ore 19.30 e 22.30
Trasversale polifonica. Concerto di polifonia antica e moderna

per la mostra Nino Migliori. Lumen, leoni e metope del Duomo di Modena

Programma musicale che si propone di immergere lo spettatore in uno spazio fisico e sonoro di estrema rievocazione: un viaggio virtuale nell’atmosfera medievale che, mutevole nei secoli, si presenta fino a noi carica di significati antichi e contemporanei.
a cura dell’Associazione Ensemble Coranto, in collaborazione con ISSM Vecchi-Tonelli di Modena


Palazzina Dei Giardini

ore 20.30

Note di memoria

per la mostra La Memoria Finalmente. Arte in Polonia 1989-2016
Lettura di poesie di Wislawa Szymborska, poetessa polacca tra le più amate al mondo e premio Nobel per la letteratura 
nel 1996 e che ha ispirato il titolo della mostra curata da Marinella Paderni
a cura di Sara Campedelli, accompagnata dal flauto solo di Giulia Baracani, in collaborazione con Amici della Musica di Modena

 

Tutte le iniziative sono a ingresso libero e senza prenotazione.