Tu sei qui: Portale Mostre Archivio mostre 2009 ETHOS DEGLI ITALIANI. OLIVO BARBIERI. site specific_MODENA 08

ETHOS DEGLI ITALIANI. OLIVO BARBIERI. site specific_MODENA 08

In occasione del festivalfilosofia la Galleria Civica di Modena presenta Ethos degli italiani, una delle tappe della trilogia di mostre fotografiche allestite alla Bilbioteca Civica di Storia dell'Arte Luigi Poletti, all'ex ospedale Sant'Agostino a cura del Fotomuseo Giuseppe Panini e a Palazzo Santa Margherita. Modena dagli anni '20 al Dopoguerra (con una selezione di pezzi dalla Collezione Tonini) alla Poletti, momenti di carattere rituale e collettivo della città negli anni  '50  all'ex ospedale Sant'Agostino, la città contemporanea, le sue trasformazioni e le sue contraddizioni a Palazzo Santa Margherita: questo l'itinerario proposto al pubblico del festival.
Negli ultimi anni la Civica ha guardato Modena da molti punti di vista: con nostalgia e ad altezza-cane con Franco Vaccari (Opere 1955-1975, 2007, Palazzina dei Giardini), in volo sulla Ghirlandina con Mimmo Paladino, che ha ideato un film (Torretreno. Mimmo Paladino per Modena coproduzione Galleria Civica di Modena e Ananas Cinema, 2008), che  documenta il centro di Modena e il Duomo visti dall'alto, e ora con il progetto site specific MODENA_08 di Olivo Barbieri che ci restituisce un'immagine totalmente inedita dei luoghi, percepiti come disegno e pittura.

L'eccentricità dello sguardo sul territorio contemporaneo sarà il tema portante dello step di Palazzo Santa Margherita, che comprende due momenti distinti: un'installazione alle Sale Superiori e un evento pubblico, a cura dell'autore, in programma la sera di sabato 19 settembre nel Chiostro del Palazzo.

Ethos degli italiani. Olivo Barbieri. site specific_MODENA 08, a cura di Angela Vettese, sarà inaugurata venerdì 18 settembre 2009 alle 17,30 e resterà aperta al pubblico fino al prossimo 18 ottobre.

Dopo aver realizzato con la serie site specific_ progetti fotografici e film che hanno per soggetto città come Roma, Montreal, Amman, Shanghai, Las Vegas, Los Angeles, Siviglia, New York, Olivo Barbieri ha dedicato un progetto alla propria città e, per la prima volta, lo ha reinterpretato, traendone nuovi spunti espressivi. Ethos degli italiani infatti, rivisita l'allestimento precedentemente proposto nell'ambito del progetto di riqualificazione della Zona Tempio e presenta, con una nuova installazione, il punto di vista di Barbieri sul paesaggio urbano e sulla complessità che ruota attorno alla città contemporanea, teatro di storie individuali e collettive, coabitazione/integrazione e nuovi contesti urbanistici, in sintonia con il tema di questa edizione del festivalfilosofia, la Comunità. La città si svela, quasi inconsapevolmente, allo sguardo dell'autore che la osserva dall'alto, e rivela così, efficacemente, ciò che altrimenti sarebbe impossibile percepire.
Nuovi abitanti, nuovi cantieri, nuovi confini balzano agli occhi di un Grande Fratello intento a scrutare a bordo di un elicottero, sospeso tra trecento e cinquecento piedi d'altezza. Barbieri definisce questa nuova presentazione installazione immersiva, là dove è fondamentale la portata narrativa degli oggetti e delle rivelazioni provocate dal loro accostamento e dal loro posizionamento nello spazio. Per questo, nelle Sale Superiori, due grandi schermi sospesi accostati di spalle al centro della prima sala, coniugano e giustappongo l'immagine elettronica con il disegno progettuale. Nella sala attigua i dittici del progetto site specific_MODENA 08 nel nuovo allestimento pensato per l'occasione.

Organizzata e prodotta dalla Galleria Civica di Modena e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, la mostra è stata promossa e ha ricevuto il contributo degli Assessorati alle Politiche Economiche e alla Cultura del Comune di Modena.


Al bookshop di Palazzo Santa Margherita sarà disponibile il catalogo bilingue Olivo Barbieri. site specific_MODENA 08, (Damiani editore), che contiene un ricco repertorio di immagini, testi critici di Antonello Frongia e Angela Vettese.

Nella foto: Olivo Barbieri, site specific_MODENA 08, Cimitero di San Cataldo, edificio di Aldo Rossi.

Galleria Immagini

Note Biografiche
Olivo Barbieri Carpi (MO), 1954. Vive e lavora a Carpi. Frequenta la facoltà di Pedagogia e il D.A.M.S. di Bologna. A partire dal 1971, intensifica il suo interesse per la fotografia, inizialmente concentra la sua ricerca sull'illuminazione artificiale nella città europea e orientale. Dal  1978 espone in numerose mostre in Italia e all’estero. Dal  1989 compie viaggi regolari in Oriente, particolarmente in Cina, nazione di cui studia il repentino cambiamento. Sue opere sono state esposte alla Biennale di Venezia del 1993, 1995 e 1997. Nel 1996 presenta una retrospettiva al Folkwang Museum di Essen.
Dalla metà degli anni Novanta adotta una nuova tecnica fotografica, che gli permette di mantenere a fuoco solo alcuni punti dell'immagine. I paesaggi rappresentati, spesso dall'elicottero, appaiono così come dei plastici, delle sorprendenti e stranianti visioni: Olivo Barbieri sembra chiedersi continuamente, quanta realtà esista nel nostro sistema di vita, o ancora, quanto profondamente la nostra percezione sia atta a comprendere ciò che ci circonda.
Tra le mostre più significative degli ultimi anni, si ricordano quelle al CCA di Montreal nel 2005 e quella al Bloomberg Space di Londra nel 2006, occasioni nelle quali Barbieri ha presentato parti del ciclo site specific_; inoltre nello stesso anno ha partecipato alla mostra di UBS Art Collection, alla Tate Modern di Londra e alla Biennale di Siviglia.
Nel 2008 realizza il progetto TWIY per il Museo di Capodimonte di Napoli e il film site specific_LAS VEGAS 05 è presentato nella mostra Double Down Two Visions of Vegas al SFMOMA (San Francisco Museum of Modern Art).
Tra i libri che hanno segnato le tappe del suo percorso artistico: Virtual Truths (Milano, 2001), site specific_ROMA 04 (Roma, 2004), site specific_LAS VEGAS 05 (Toronto, 2005), The Waterfall Project (2008). 


Mostra Ethos degli italiani. Olivo Barbieri. site specific_MODENA 08

Sede Sale Superiori di Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, Modena

Periodo 18 settembre - 18 ottobre 2009

Inaugurazione venerdì 18 settembre 2009 ore 17,30

A cura di Angela Vettese

Organizzazione e Produzione Galleria Civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

Patrocinio e contributo Assessorati alle Politiche Economiche e alla Cultura del Comune di Modena

Preview per la stampa mercoledì 16 settembre 2009, ore 11,30

Orari martedì - venerdì 10,30 - 13,00; 15,00 - 18,00
sabato, domenica e festivi 10,30 - 18,00
Lunedì chiuso

Orari durante il festivalfilosofia

venerdì 18 settembre 9,00 - 23,00

sabato 19 settembre 9,00 - 2,00

domenica 20 settembre 9,00 - 21,00

Ingresso gratuito

Immagini ad alta definizione scaricabili dal sito www.studiopesci.it

Per richiesta testi, approfondimenti e immagini

Ufficio Stampa Studio Pesci, Bologna,  +39 051 269267 , www.studiopesci.it, info@studiopesci.it

Ufficio Stampa Galleria Civica di Modena, * 39 059 2032883 , www.galleriacivicadimodena.it, galcivmo@comune.modena.it

Informazioni Galleria Civica di Modena, c.so Canalgrande 103, Modena, +39 059 2032911/2032940, fax +39 059 2032932, Museo Associato Amaci


Tipo di evento Mostra
Periodo 18/09/2009 al
18/10/2009
Sede Palazzo Santa Margherita
Inaugurazione venerdì 18 settembre 2009, ore 17,30
A cura di Angela Vettese
Organizzazione e produzione

Galleria Civica di Modena, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena

Preview per la stampa mercoledì 16 settembre 2009, ore 11,30
Orari

martedì - venerdì 10,30 - 13,00; 15,00 - 18,00
sabato, domenica e festivi 10,30 - 18,00
Lunedì chiuso

Ingresso gratuito
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal
Azioni sul documento