Tu sei qui: Home / Informazioni / Sostegno economico alle famiglie / Assegni di maternità / Assegno di maternita' concesso dall'inps (assegno di maternita' dello stato)

Assegno di maternita' concesso dall'inps (assegno di maternita' dello stato)

 

Che cos'è
E' un assegno dello Stato per le madri, lavoratrici o disoccupate (ma comunque devono avere versato qualche contributo), che non hanno diritto all'indennità di maternità (astensione obbligatoria) o ne hanno diritto in misura inferiore rispetto all'assegno di maternità erogato.

Importi anno 2016: in attesa delle nuove disposizioni, non ancora pervenute

Importi anno 2015: per le domande presentate entro il 31/12/2015 l'importo da corrispondere per le nascite e ingressi in famiglia avvenuti nel 2015 è pari, nella misura intera, a € 2.086,24 (circolare n. 11 del 23.01.2015, par. 9)

Rivolto a
Madri residenti in Italia che abbiano cittadinanza Italiana o di uno stato dell’Unione Europea, oppure che siano in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
L'assegno è destinato a nascite, affidamenti o adozioni avvenute nel 2015
L’assegno di maternità dello Stato può essere richiesto anche dal padre in circostanze particolari
Per ulteriori informazioni sui requisiti specifici consulta il sito INPS
Scadenza
La domanda si deve presentare entro 6 mesi (termine perentorio) dalla nascita del bambino o dall'effettivo ingresso del minore in famiglia nel caso di adozione o affidamento.

Cosa occorre
La domanda deve essere presentata all’Inps in modo telematico utilizzando:
- Sito Inps con PIN dispositivo - www.inps.it
- Contact Center Inps tel. 803.164
- assistenza dei Patronati
La domanda telematica prevede la possibilità di allegare documentazione utile per la definizione della domanda.

Informazioni utili
- L'indennità viene pagata direttamente dall'Inps entro 120 giorni dalla data di presentazione della domanda.
- Le madri casalinghe o che non hanno mai versato contributi possono richiedere l'assegno di maternità dei comuni

Data dell'ultimo aggiornamento:
27/11/2015
archiviato sotto: