Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Domande ricorrenti sui filtri antiparticolato (Fap)

  • Che efficienza di abbattimento del PM10 hanno i FAP installati di serie e quelli installati su veicoli già in circolazione?

L’efficienza dei filtri installati sul veicolo direttamente dalla casa costruttrice durante la produzione dello stesso, hanno un’efficienza di abbattimento del particolato indicativamente superiore al 90% (rispetto allo stesso veicolo privo di filtro). Il filtro dovrà comunque garantire l’efficienza di abbatimento minima tale da permettere al veicolo di rispettare la normativa euro in vigore in quel momento (fonte: www.provincia.bolzano.it , www.bafu.admin.ch ).
I dispositivi installabili su veicoli circolanti (“retrofit”), devono essere omologati secondo la normativa italiana in materia (DM 39/08, DM 42/08 e s.m.), la quale prevede che l’installazione comporti che il veicolo raggiunga la soglia di emissione del particcolato almeno della categoria euro superiore. Tale aumento di categoria euro (per il solo particolato) sarà annotato sul libretto di circolazione del veicolo.
Attualmente sul mercato italiano pare siano presenti, come filtri omologati, quelli prodotti da Pirelli Ecotechnology per veicoli superiori ai 28 q.li: tali dispositivi, di tipo “chiuso” (tutto il flusso d’aria attraversa il filtro), dovrebbero garantire un’efficienza di abbattimento del particolato superiore al 90% (fonte: www.it.pirelliecotechnology.com ).
Non risultano al momento in Italia modelli omologati di tipo “aperto” (non tutto il flusso attraversa il filtro), installabili sui mezzi leggeri e già diffusi da anni all’estero, i quali hanno un’efficienza di abbattimento minore rispetto ai chiusi, ma indicativamente superiore al 30% a seconda del modello.

  • L'abbattimento di un FAP si riferisce solo al PM10 o anche agli NOx e altri inquinanti?

L’abbattimento è riferito al solo particolato (e non quindi specificatamente al PM10).
La normativa italiana, prevede infatti che l’installazione di un depositivo comporti il rispetto della soglia di emissione della categoria euro superiore per il particolato, mentre per gli altri inquinanti la normativa prevede una tolleranza massima entro cui la proipria emissione può variare a seguito dell’installazione.

  • Che caratteristiche ha il FAP prodotto da Pirelli?

I filtri “retrofit” attualmente  prodotti da Pirelli Ecotechnology sono installabili solo su veicoli commerciali non leggeri, sono di tipo “chiuso”, dovrebbero garantire un’efficienza di abbattimento del particolato superiore al 90% e necessitano di manutenzione (fonte: www.it.pirelliecotechnology.com).
I prezzi dovrebbero partire da € 4.000,00.

  • Che caratteristiche hanno i Filtri CRT installati sui bus di ATCM?

Anche i filtri CRT in generale dovrebbero garantire un’efficienza di abbattimento del particolato superiore al 90% (es. Eminox -  www.eminox.com ).
La tecnologia CTR presenta differenze rispetto al filtro antiparticolato: il CRT prevede infatti una rigenerazione continua, mentre nel filtro antiparticolato essa avviene solo in determinati momenti in cui deve essere raggiunta una temperatura maggiore.
ATCM, al 31-12-07, su 366 mezzi a gasolio ne presentava 118 con installato il CRT (fonte: ATCM – richiesta dati per monitoraggio Piano Provinciale Aria).



Mappa dell'area soggetta alle limitazioni

Il perimetro dell'area, delimitato in rosso, è percorribile


Mappa manovra 2017-2018

 

Scarica la mappa in formato pdf