Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sistema Informativo Territoriale

Banche dati come sensori della Smart City

Una città smart è caratterizzata dalla capacità di integrare dati provenienti da diverse fonti e rappresentarli sul territorio: il risultato deve essere indipendente dall'origine dei dati e deve fornire una vista d'insieme completa e aggiornata.
In quest’ottica i database dei diversi servizi del Comune sono veri e propri sensori in grado di rilevare quotidianamente le variazioni nella vita degli immobili, delle aziende, dei cittadini e dei consumi.

In questa prospettiva le azioni future da intraprendere sono:  

  • il potenziamento delle procedure interne per una maggiore normalizzazione dei dati e  l’integrazione delle banche dati comunali con il territorio, in modo da garantire tempestività di aggiornamento e certezza di informazione nei diversi ambiti (popolazione, edilizia, verde, commercio, ecc.);
  • la normalizzazione e il potenziamento dei flussi informativi con altri enti pubblici o di pubblica utilità (Catasto, Camere di Commercio, Azienda dei servizi, Azienda dei trasporti pubblici, ecc) per l'interscambio periodico delle informazioni;
  • l'integrazione nelle banche dati delle informazioni provenienti dall’ampia rete di sensori esistenti e in corso di realizzazione (centraline di raccolta dati meteo, di qualità dell’aria, contatori elettronici, sul traffico, videosorveglianza, ecc…).



Classificazioni:

  • Piano Telematico Regionale 2011-2013: Linea Guida 5 - Intelligenza diffusa nel territorio urbano
  • European Smart Cities Model: Dimensione Governance (Smart Governance)
Contatti

Servizio Progetti telematici, comunicazione e città intelligente

Via Santi, 40 - 41123 - Modena - MO
Telefono: 059/2032367