Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Pinguino tra i banchi e Pinguino 2.0

Progetti di recupero hardware e peer learning all'interno della scuola.

Il Pinguino tra i banchi 

 

Il Comune di Modena ha selezionato una quarantina di PC tra quelli sostituiti nei propri uffici e li ha consegnati ai ragazzi delle superiori che, sotto la guida dei propri insegnanti, ne hanno recuperato la metà razionalizzando le risorse hardware (memoria RAM, processori e schede madri, hard disk). A questi computer è stata poi installata una distribuzione del sistema operativo open source Linux, solitamente Ubuntu o Lubuntu. 

Con i 20 pc è stata quindi preparata l'aula informatica della scuola, proponendo un momento di formazione per insegnanti e ragazzi sul sistema operativo installato. 

Nel 2016 il progetto è stato realizzato con l'Istituto Fermi.
Un gruppo di ragazzi ha recuperato il materiale fornito dal Comune di Modena, razionalizzato e installato una distribuzione Lubuntu, per poi allestire un'aula informatica nella scuola primaria Anna Frank Marconi, che ne era sprovvista. 

Il progetto svolge un'azione sociale, contribuendo all'aumento della dotazione informatica delle scuola in difficoltà, e conduce i ragazzi attraverso un percorso altamente formativo, costringendoli a confrontarsi con scelte e problemi sia a livello hardware che software (scelta e configurazione del OS, driver mancanti) per vederne poi la realizzazione pratica.

 

 

Pinguino 2.0

 

Il pinguino tra i banchi  2.0 è una evoluzione molto interessante del progetto originale, perché coinvolge direttamente tutti gli studenti dalla scuola primaria alle scuole superiori in un percorso di peer learning.

I ragazzi più grandi sono chiamati a formare i più giovani, attraverso la realizzazione di diversi progetti, ovviamente sotto la guida dei propri insegnanti.

I progetti proposti attualmente sono due, uno su coding e making, e uno, più vicino all'originale Pinguino tra i banchi, sul recupero hardware e sul software open source.


Il primo percorso utilizza Scratch per la parte di coding (programmazione) e Arduino per la parte di making (artigianato digitale).

Scratch è un vero linguaggio di programmazione ad oggetti in ambiente grafico, sviluppato dal MIT - Massachusetts Institute of Technology - per la didattica informatica che presenta un approccio divertente e creativo e può essere utilizzato in diversi ambiti dalla matematica al disegno.

Arduino è un microcontroller  a cui vengono collegati sensori (di prossimità, di temperatura, di posizione, etc.), luci (led) e buzzer (per il suono) utilizzato in domotica i microrobotica.

Per la programmazione si utilizza un apposito modulo di Scratch per Arduino, ma sono disponibili altri linguaggi in ambiente grafico come ArduBlock o Minibloq.

Gli studenti delle superiori, dopo un primo momento di formazione specifica realizzata in collaborazione con la Palestra Digitale Makeitmodena del Comune di Modena, avviano un percorso che comprende un incontro con le maestre per definire nel dettaglio il progetto e altri 6 incontri di due ore in classe con i ragazzi, incontri su Scratch e per la realizzazione di semplici esperimenti con Arduino.

 

Il secondo percorso è invece incentrato sul recupero hardware e sul software.

Il progetto prevede una prima parte in laboratorio per valutare la strumentazione (RAM, scheda madre, HHD)  e per definire una proposta di intervento e il successivo recupero del materiale.

La seconda parte del percorso, sempre in laboratorio informatico, iprevede una ricognizione e un'analisi dei software open source o free (libero utilizzo) utili per la didattica, con particolare attenzione ai software dedicati ai più piccoli o di supporto a ragazzi con disturbi dell'apprendimento (p. es. dislessia).  Anche in questo percorso sono gli studenti più grandi a guidare e realizzare il progetto in laboratorio con i ragazzi più giovani.

La modalità di peer learnig responsabilizza gli studenti più grandi e consente una trasmissione di competenze e conoscenze con canali e modi diversi dalla consueta lezione scolastica con un rapporto più coinvolgente tra i più esperti e chi affronta per la prima volta tematiche e attività non banali.

 

Contatti

Tel. 3296508160
e-mail: