Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Effimera – Suoni, luci, visioni

Seconda edizione della mostra

Dal 18 marzo arriva al MATA di Modena la nuova edizione di Effimera – Suoni, luci, visioni, a cura di Fulvio Chimento e Luca Panaro e in collaborazione con la Galleria Civica di Modena, con opere di Carlo Bernardini, Sarah Ciracì e Roberto Pugliese.

Effimera giunge dunque alla sua seconda edizione, coerente con l’intento dichiarato dai suoi curatori già nel 2016: individuare e valorizzare artisti, preferibilmente italiani e con esperienza all’estero, che fanno dell’utilizzo avanzato della tecnologia la cifra stilistica del proprio lavoro. Un evento espositivo che si propone quale indagine critica in relazione alle ultime tendenze artistiche caratterizzate dai “Nuovi Media”, momento di crescita e di aggregazione a livello nazionale intorno a parole chiave quali arte, tecnologia e comunicazione.

Effimera - Suoni, luci, visioni è costruita intorno a un percorso spiccatamente immersivo, ideato e strutturato appositamente sul MATA: tre imponenti installazioni ambientali, separate ma contigue, marcano una distinzione linguistica e temporale, e al tempo stesso suggeriscono una linea di continuità all’interno del percorso evolutivo dell’arte. Arte intesa come esperienza totale e totalizzante, in grado di stimolare l’intelletto, ma anche di innescare un corto circuito a livello sensoriale.

Fa da corredo a Effimera un ricco calendario di incontri collaterali che prevede la presenza degli artisti coinvolti, ma anche di filosofi ed di esperti del settore “arte e tecnologia”.

 

PERIODO MOSTRA: 18 marzo – 7 maggio 2017 - Ingresso libero

Effimera – Suoni, luci, visioni

SEDE: MATA, via della Manifattura dei Tabacchi 83, Modena

ORARI: dal giovedì alla domenica 11.00-13.00 / 16.00-19.30 (ingresso libero)
apertura straordinaria lunedì 17 aprile, martedì 25 aprile e lunedì 1 maggio 2017

INFO:   -  www.mata.modena.it -

In collaborazione con Comune di Modena e Galleria Civica di Modena, e con il sostegno di Coptip e Gruppo Fotografico Grandangolo BFI