salta messaggio browser standard
Se leggete questo messaggio probabilmente non state usando un browser standard. Questo sito è accessibile da tutti i browser e gli user agent, ma il design e alcune funzionalità minori dell'interfaccia sono visibili solo con i browser che rispettano gli standard definiti dal W3C . Per maggiori informazioni consulta le pagine sugli Standard del Comune di Modena
Immagine decorativa
 
Museo Civico Archeologico Etnologico di Modena
inizio menù di ritorno a monet - rete civica comune di modena
 Logo Monet

  •  
fine del menù di ritorno a monet - rete civica comune di modena


foto sala archeologico Il Museo Civico Archeologico Etnologico espone una ricca documentazione relativa allo sviluppo storico e alle dinamiche di popolamento della città e del territorio modenese dalla preistoria al medioevo. La nascita del museo, nel 1871, si ricollega all'intenso dibattito culturale e politico sul tema delle ricerche preistoriche e dell'istituzione dei musei civici come luoghi deputati alla conservazione dell'identità cittadina nello scenario di profondo cambiamento degli anni immediatamente post-unitari. Anche la sezione etnologica, con i suoi reperti di provenienze extraeuropea, si riallaccia strettamente alla genesi del Museo Civico e all'affermarsi delle teorie antropologiche comparative, che ampio contributo hanno dato alla nascente disciplina della paletnologia. L'origine ottocentesca del Museo è stata valorizzata nel 1990 con un progetto di riallestimento che, mantenendo sostanzialmente intatti gli arredi del XIX secolo, ha visto il recupero di un'eccezionale testimonianza museografica.
Il percorso espositivo è in continuità con quello del Museo Civico d'Arte.


NEWS
LE URNE DEI FORTI
STORIE DI VITA E DI MORTE IN UNA COMUNITA' DELL'ETA' DEL BRONZO
14 dicembre 2014 - 7 giugno 2015
Museo Civico Archeologico Etnologico, Palazzo dei Musei

La mostra presenta i risultati di una ricerca pluriennale condotta sulla necropoli dell’età del bronzo di Casinalbo (MO). Il sepolcreto fu individuato alla fine dall’800 a circa 200 metri da uno di quegli abitati dell’età del bronzo, noti come “terramare”, che a partire dal 1650 a.C. occuparono in modo capillare la pianura padana centrale.
Nuovi scavi intrapresi dal Museo Archeologico in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna hanno indagato circa un quinto dell’estensione presunta dell’intera necropoli (pari a 12.000 mq), recuperando oltre 600 tombe costituite da pozzetti contenenti le urne cinerarie con i resti dei defunti.
Per saperne di piu'

31 GENNAIO ore 16.30 e 17.30
VISITE GUIDATE IN OCCASIONE DELLA FESTA DI SAN GEMINIANO
Il giorno di San Geminiano i Musei Civici propongono due visite gratuite a tema sulla figura di San Geminiano per ripercorrere aspetti noti e poco conosciuti della millenaria vitalità del suo culto.
I reperti e le opere d'arte che verranno prese in esame sono state selezionate con l'intento di proporre un percorso guidato che prende in considerazione le testimonianze del mondo tardo antico, la tradizione legata alla vita del Santo e il suo rapporto con la città e la devozione.
La visita ripercorre le tappe del legame secolare istituitosi tra il santo e la comunità cittadina e per l'occasione sarà esposto anche il sigillo della Comunità di Modena.
Ingresso gratuito senza prenotazione.
Per saperne di piu'

PANE A VILLA SORRA. Progetto partecipato dalla semina alla tavola
Martedi 3 Febbraio 2015 alle ore 20
Incontro pubblico di presentazione del progetto presso l'I.S.T.A. "L. Spallanzani", Aula Magna “Maurizio Boni” via Solimei 23, Castelfranco Emilia
Programma:
Francesca Piccinini, Direttrice Museo Civico di Modena: Presentazione del progetto
Loris Dalrio, docente dell'Istituto "Spallanzani”: Relazione sulla coltivazione del frumento.
A seguire:
Testimonianze degli studenti della classe 5° sulle attività nell’azienda agricola e
Degustazioni a cura della Sezione di Enogastronomia.
Prenotazione obbligatoria con contributo di € 8: prof. Loris Dalrio tel. 334 6757348 - dalrioloris@libero.it
www.villasorra.it

Per saperne di piu'

RIFLESSI NELLE SALE DEI MUSEI CIVICI
Gemme e cristalli tra storia, archeologia e collezionismo artistico
Musei Civici di Modena dal 24 gennaio al 29 marzo 2015
Ingresso gratuito

I Musei Civici di Modena e la Galleria Estense partecipano al progetto promosso dall’Università di Modena e Reggio Emilia “Cristalli a Raggi X” con un percorso per i visitatori dedicato ai “cristalli” dall’antichità all’Ottocento.
I marmi policromi che ornavano domus urbane e ville di campagna, stucchi e intonaci realizzati a imitazione dei preziosi marmi orientali e gemme rinvenute negli ultimi scavi archeologici, sono alcuni degli oggetti provenienti dalle vestigia della splendidissima Mutina, che a partire dal Medioevo vennero recuperati come emblema dell’antichità e della gloria cittadina. Tra i reperti di età medievale esposti in Museo spicca la preziosa croce di Frassinoro, databile attorno al 1071, tempestata di vetri colorati imitanti pietre preziose che testimonia l’abilità dell'artigianato locale e l'alto valore simbolico delle gemme.
Per saperne di piu'

SCOPRI L’ETRURIA PADANA ATTRAVERSO I MUSEI E LE AREE ARCHEOLOGICHE
Mercoledì 21 gennaio e 25 marzo 2015, ore 15
Le raccolte villanoviane ed etrusche ai Musei Civici di Modena
Vista guidata alle raccolte villanoviane ed etrusche seguendo il percorso espositivo che documenta lo sviluppo storico della città e del territorio modenese dal Paleolitico al Medioevo. La sezione dedicata allaprima età del ferro presenta numerose testiomonianze di ambito funerario riferibili a ricerche ottocentesche e scavi recenti. Fra i reperti più significativi dell'etyà etrusca vi sono quelli provenienti dal sepolcreto della Galassina di Castelvetro, una dell epiù importanti attestazioni di necropili di questo periodo a ovest di Bologna.
Costo: € 3. Prenotazione obbligatoria (tel. 059 2033125), la visita verrà effettuata al raggiungimento minimo di 10 partecipanti.
Per saperne di piu'


Largo Porta S. Agostino 337 - 41121 Modena (Italia)
tel +39 059 2033100 museo.archeologico@comune.modena.it