Tu sei qui: Home / L'esposizione permanente / La figurina moderna

La figurina moderna

La Seconda Guerra Mondiale spacca il Novecento in due tronconi, lasciando l’Italia sofferente e sconfitta.

Il nostro Paese è diviso, alla ricerca delle energie per risorgere e pacificarsi.

È lo sport a fungere da collante: le imprese straordinarie di Coppi e Bartali nel ciclismo, la leggendaria avventura del Grande Torino nel calcio restituiscono agli italiani la voglia di sognare e l’entusiasmo, dando loro nuovi simboli nei quali riconoscersi.

In questo clima affonda le sue radici la figurina moderna che, progressivamente, si svincola dal legame con altri prodotti.

È proprio lo sport a dare slancio alle iniziative di piccole ma vivacissime case editrici che, sfoderando creatività e sperimentando nuove formule, conducono la figurina, in pochi anni, al rango di filone editoriale a sé stante.

Si prepara così il terreno per la nascita di imprese esclusivamente dedicate alla produzione di figurine.

 

Sottosezioni:

  • La rinascita
  • Modena e dintorni
  • Carte povere ma belle
  • Figurine per giocare
  • Non solo calcio
  • Figurine per conoscere
  • La figurina diventa industria
  • Ai confini del mondo
  • Figurine e spettacolo
  • Figurine, fumetti e cartoni