Tu sei qui: Home / Mostre / Archivio / 2012 / Farsi spazio

Farsi spazio

Sabato 14 aprile, in occasione di 'Musei da gustare', a partire dalle 15, laboratorio dentro e fuori il museo, per scoprire diversi modi per sentire e reagire agli spazi.

In occasione di Lo spazio oltre l'orizzonte, VIII edizione della manifestazione Musei da gustare, promossa dalla Provincia di Modena insieme ai musei aderenti al Sistema museale, (14-15 aprile e 21-22 aprile 2012), il Museo della figurina propone Farsi spazio, laboratorio esperienziale e proiezione di un docu-film, ispirati alle più recenti indagini di discipline quali la geografia, la cartografia, l'urbanistica e l'architettura.
Musei da gustare coincide con la XIV Settimana della Cultura programmata dal Ministero dal 14 al 22 aprile 2012.

Nella cornice della mostra Vengo a prenderti stasera (fino al 15 luglio), che indaga i cambiamenti che l'auto ha prodotto nelle nostre vite, come la fruizione dello spazio urbano, il Museo propone un'iniziativa per scoprire le diverse modalità con cui gli esseri umani possono sentire e reagire agli spazi.

Nascono così esperienze di psico-geografia, di mappatura personale, ma anche di arte dello spostamento, free running e parkour. Come dice Signe Højbjerreh Larsen del Team di parkour Jiyo, «ciò che è affascinante è il modo di trasformare la città. Non puoi cambiarla fisicamente, non puoi rimuovere lampioni o scale, ma puoi cambiare la modalità in cui la guardi e la usi e in questo modo renderla tua».

L'iniziativa, per adulti e bambini accompagnati, è articolata in due momenti:

dalle 15 alle 17 laboratorio con ritrovo al Museo della Figurina e successiva uscita negli spazi cittadini

dalle 17.30 alle 19 nella sala espositiva del Museo proiezione del docu-film My playground, girato nel 2009 dal regista Kaspar Astrup Schröder per esplorare discipline quali il parkour e il freerunning.

È possibile partecipare anche solo ad uno dei due momenti.

Farsi spazio è a cura di Elena Bergonzini.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Non è richiesta la prenotazione. 

Sabato 14 aprile il museo resta aperto dalle 10.30 alle 24.

Scarica la cartolina