Tu sei qui: Home / Mostre / Archivio / 2012 / Una cronaca insolita: siediti e leggi!

Una cronaca insolita: siediti e leggi!

«Il giornale delle cose da niente», con approfondimenti e curiosità sugli oggetti in mostra, si legge accomodandosi sulle sedute dell'installazione ideata e realizzata da Clementina Mingozzi.

Dal 14 settembre 2012 al 24 febbraio 2013

Ideata e realizzata da Clementina Mingozzi

Tante quante le stanze della casa immaginaria della mostra Cose da niente, sedie e chaise longue d'epoca invitano a mettersi a proprio agio in un ambiente fin de siècle.

La memoria di un tempo passato è impressa non solo sulle sedute, ma soprattutto nella rivisitazione di un giornale di fine Ottocento che, pronto a farsi leggere, occhieggia dalle postazioni in sala: veste insolita del catalogo, «Il giornale delle cose da niente» è una testata particolare. Numero unico di un fantasioso giornale che guarda al XIX secolo, nonché importante complemento dei testi in mostra, permette di conoscere, in tutta comodità, le curiosità e le piccole provocazioni delle tante 'cose da niente' esposte. Come se si fosse seduti nello studio, in camera da letto, al parco e, senza alcuna pruderie, nella toilette, occupata dal Clisterfenicottero, affettuoso e surreale assemblaggio di oggetti della stanza da bagno.

 

Clementina Mingozzi, papirografa e artista visiva, oltre ai lavori sull'ombra, tema portante del suo percorso artistico, si occupa di illustrazione, microteatro e installazioni.
Nel 2004 è ospite al Festival Medico Rakuwakai Care System (Kyoto) con una riflessione sull’approccio terapeutico della tecnica del ritaglio. Tra le tante attività si sottolineano: l’esposizione delle tavole in Nero lupo, Rosso Cappuccetto alla biblioteca Sala Borsa di Bologna (2004); l’illustrazione di Poesie per aria (Topipittori, 2009); laboratori ed incontri al Festiva di letteratura di Mantova (2010) e a diverse edizioni della Tribù dei lettori di Roma. Sue opere sono conservate al Museo d’arte moderna e contemporanea di San Marino. È tra gli autori presenti in L’art de la découpe di Jean-Charles Trebbi (Alternatives, 2010).