Quel gran genio del mio amico

Gli appuntamenti di giovedì 25 e sabato 27 maggio per ricordare l’intellettuale e giornalista modenese Edmondo Berselli, scomparso nel 2010.

Dopo l'incontro del 18 maggio a Campogalliano, le iniziative della rassegna “Quel gran genio del mio amico”, in ricordo di Edmondo Berselli, si spostano a Modena e più precisamente a Palazzo Comunale e alla Sala Berselli della libreria Ubik in via dei Tintori.

Giovedì 25 maggio alle 18, nella Sala di Rappresentanza del Palazzo Comunale di Modena in piazza Grande, al centro dell’appuntamento ci sarà il calcio, tra sport e passione, metafora sociale e politica. Protagonisti dell’incontro, intitolato “Il più mancino dei tiri” come il libro di Berselli ripubblicato da Mondadori nel 2006, sono Leo Turrini, inviato del “Carlino” e Marco Ciriello, giornalista del “Mattino”.

Sabato 27 maggio alle 18, l’ultimo appuntamento in programma ssi svolge nella sala eventi intitolata a Edmondo Berselli della libreria Ubik di via dei Tintori 22 a Modena.
Nell’occasione Stefano Feltri, vicedirettore de “Il Fatto Quotidiano” e Riccardo Bocca, giornalista de “L’Espresso”, dialogheranno di politica e società trovando nelle parole coniate dal genio di Berselli, autentiche invenzioni verbali entrate nel lessico comune, una inarrivabile capacità di intuizione socio-politica, con tratti di vera preveggenza . Titolo dell’incontro “Era già tutto scritto”.

 

Per saperne di www.edmondoberselli.net

 

Le iniziative sono patrocinate dai Comuni di Modena e Campogalliano e dalla Regione Emilia-Romagna,