Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / News in primo piano / Festivalfilosofia 2017: lezioni magistrali, mostre, spettacoli e molto altro sulle tracce delle "Arti"
News in primo piano

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Festivalfilosofia 2017: lezioni magistrali, mostre, spettacoli e molto altro sulle tracce delle "Arti"


Da venerdì 15 a domenica 17 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo quasi 200 appuntamenti fra lezioni magistrali, mostre, concerti, spettacoli e cene filosofiche. Tra i protagonisti Bodei, Bianchi, Cacciari, Cucinelli, Galimberti, Marzano, Massini, Recalcati, Severino, Vegetti Finzi, Augé, Clifford, Lipovetsky, Nancy.


Dedicato al tema arti, il festivalfilosofia 2017 mette a fuoco le pratiche d'artista e le forme della creazione in tutti gli ambiti produttivi, esplorando la radice comune che lega arte e tecnica.
La diciassettesima edizione del festival prevede lezioni magistrali, mostre, spettacoli, letture, giochi per bambini e cene filosofiche. Gli appuntamenti saranno quasi 200 e tutti gratuiti.   

Quest'anno tra i protagonisti si ricordano, tra gli altri, Enzo Bianchi, Massimo Cacciari, Brunello Cucinelli (Lectio "Confindustria Emilia"), Roberto Esposito, Umberto Galimberti, Michela Marzano, Salvatore Natoli, Massimo Recalcati (Lectio “Gruppo Hera”), Emanuele Severino (Lectio “Rotary Club Gruppo Ghirlandina”), Carlo Sini, Silvia Vegetti Finzi (Lectio “Coop Alleanza 3.0”) e Remo Bodei, Presidente del Comitato scientifico del Consorzio.
Particolarmente nutrita la componente di filosofi stranieri: tra loro i francofoni Agnès Giard, Nathalie Heinich, Gilles Lipovetsky, Marie José Mondzain, Jean-Luc Nancy, Georges Vigarello e Marc Augé, che fa parte del comitato scientifico del Consorzio; l'americano James Clifford, il britannico Daniel Miller, il croato Deyan Sudijc, la tedesca Rahel Jaeggi e lo spagnolo Francisco Jarauta. Venti in totale i volti nuovi.

Il programma filosofico del festival propone anche la sezione "la lezione dei classici": esperti eminenti commenteranno i testi che, nella storia del pensiero occidentale, hanno costituito modelli o svolte concettuali rilevanti per il tema delle arti: dallo statuto delle tecniche in Platone alla questione della poiesis in Aristotele, fino al ruolo di tecnica e lingua per la civilizzazione in Lucrezio. Per l'età moderna si discuterà l'intreccio di arti, tecniche e scienza nell'opera di Galilei. Con una lezione su Simmel si osserverà la vita urbana come palcoscenico, mentre risalto verrà dato alla teoria dell'opera d'arte di Benjamin. Si indagherà il ruolo della tecnica nell'antropologia filosofica di Gehlen, così come l'origine dell'opera nella prospettiva di Heidegger. Con Adorno emergerà il significato estetico del brutto.


 
Immagini dalla conferenza stampa che si è tenuta a Roma mercoledì 12 luglio 2017 per la presentazione dell'evento nella sede dell'Associazione Stampa estera con il sindaco Gian Carlo Muzzarelli erano presenti: Tullio Gregory, Michelina Borsari, Anselmo Sovini, Remo Bodei e Daniele Francesconi direttore del Festival


festivalfilosofia2017
               

 

 

Dove e quando

Modena, Carpi, Sassuolo
Dal 15 al 17 settembre 2017

Il programma è disponibile su:

www.festivalfilosofia.it

immagine cartolina festival filosofia

Apertura Acetaia comunale

In occasione del Festival Filosofia è possibile visitare gratuitamente l'acetaia di Palazzo comunale.
Dalle ore 9.30 alle 17.30 nei tre giorni del festival dal 15 al 17 settembre, sono previste visite guidate gratuite, previa registrazione presso lo Iat - ufficio informazioni e accoglienza turistica - in Piazza Grande 14, lo  stesso giorno della visita.  E' possibile iscriversi fino ad esaurimento dei posti. Gruppo max 20 persone per turno.
Durata della visita: 30 minuti.

www.comune.modena.it/acetaia

immagine acetaia comunale