Mostra visitabile fino al 26 febbraio 2017

L'esposizione conta mille e più figurine di sport e sportivi e decine di album originali, gigantografie, video e animazioni, tra percorsi di gioco, installazioni ed esperienze multisensoriali che trasformano un gesto atletico in rappresentazione creativa. Figurine da guardare e da scoprire, per giocare e divertirsi, per stupirsi e ricordare.

La mostra, a cura del giornalista Leo Turrini, è realizzata dal Museo della Figurina del Comune di Modena col sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e Gruppo Hera. Partner Regione Emilia-Romagna, Apt e Città d’arte dell’Emilia-Romagna. Parte del materiale esposto è stato donato al museo anche da Panini spa.

Sport e figurine costituiscono un binomio inscindibile. Accanto alle gesta memorabili nelle sfide olimpiche (la “sconfitta vincente” di Dorando Pietri, la perfezione di Alberto Braglia, la velocità di Nurmi, Zatopek, Mennea e Bolt, la rivoluzione di Fosbury, il 10 di Nadia Comăneci) e del calcio mondiale (da Meazza a Piola, da Yashin a Zoff, da Pelé a Maradona), non mancherà uno sguardo ad aspetti sociali e politici (le vicende di Jesse Owens, Monaco ‘72, la protesta di Tommie Smith); ai “duelli” che hanno fatto la storia (Coppi e Bartali, Mazzola e Rivera, Prost e Senna, Agassi e Sampras); alle imprese anche cinematografiche di Johnny Weissmuller, che deposto il costume da piscina indossa quello di Tarzan, o del giovane nuotatore Carlo Pedersoli prima di diventare Bud Spencer.

Non potevano mancare i ritratti di tutti gli olimpionici italiani di Rio 2016, la collezione “Italia team – Rio 2016” con 315 figurine degli atleti italiani in gara alle Olimpiadi brasiliane. Insieme a Federica Pellegrini, Tania Cagnotto, Aldo Montano, anche i campioni modenesi Gregorio Paltrinieri che gareggerà nel nuoto, Alessandro Nora per la pallanuoto, Davide Uccellari per il triathlon, Cecilia Camellini in vasca per il nuoto nei giochi paralimpici, e i modenesi d’adozione come i pallavolisti del Modena Volley Matteo Piano, Salvatore Rossini e Luca Vettori con il vice allenatore della nazionale, il formiginese Fabio Soli.

 

La mostra è visitabile fino al 26 febbraio 2017 nei seguenti orari:
da mercoledì a venerdì dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.00.
Lunedì e martedì chiuso
Apertura straordinaria gratuita martedì 31 gennaio 2017 ore 10.30-19.00

Costo
Ingresso 5 € (gratuito al Museo della Figurina); gratuito 0-12, persone con disabilità con accompagnatore, gruppi scolastici.
Gratuito la prima domenica di ogni mese e martedì 31 gennaio Festa dela Patrono S.Geminiano. 

Informazioni on line sul sito www.museodellafigurina.it oppure www.mata.modena.it

 

 

Dove e quando

Mata
via della Manifattura dei Tabacchi, 83 - Modena

Fino al 26 febbraio 2017

Orari
da mercoledì a venerdì 10.30 - 13.00 e 15.00-19.00; sabato e domenica 10.30 -19.00
martedì 31 gennaio ore 10.30-19.00
lunedì e martedì non festivi chiuso

Costo
ingresso 5 € (gratuito al Museo della Figurina); gratuito 0-12, persone con disabilità con accompagnatore, gruppi scolastici
gratuito la prima domenica di ogni mese e martedì 31 gennaio Festa di S.Geminiano


www.mata.modena.it

figurina nadia comaneci


Mostra visitabile fino al 26 febbraio 2017