You are here: Home LEZIONE D'OPERA SULLA BOHÈME

LEZIONE D'OPERA SULLA BOHÈME

Sabato 25 febbraio alle 17,30 - Salotto Culturale Aggazzotti

"La Bohème, come non lascia grande impressione sull'animo degli uditori, non lascerà grande traccia nella storia del nostro teatro lirico, e sarà bene se l'Autore, considerandola come l'errore di un momento, proseguirà gagliardamente la strada buona e si persuaderà che questo è stato un breve traviamento del cammino dell'arte." Così scriveva Carlo Borsezio, noto giornalista torinese, che recensì la prima esecuzione al Teatro Regio e, come spesso accade nell'arte e per coloro che se ne occupano con supponenza, La Boheme presto divenne una delle opere più acclamate. Proprio LA STAMPA, in un articolo del 2014, pubblicò la classifica delle opere più rappresentate al mondo e dopo Il flauto magico di Mozart e La traviate di Verdi, si piazza proprio La Boheme con la sua storia senza tempo e la sua musica che sempre commuove.
A presentarla al pubblico modenese in forma di Lezione d'opera, giovani e degni rappresentanti delle due grandi scuole di canto lirico con sede nella città: quella di Raina Kabaivanska e Mirella Freni. 

Ecco gli interpreti: Roxana Herrera Diaz (Mimì), Robert Barbaro (Rodolfo), Marco Simonelli (Coline/ Schaunard). A completare l'organico il violinista Gentjan Llukaci e la pianista Federica Cipolli, anch'essa laureata al Vecchi Tonelli ed ora collaboratrice al pianoforte Alla Scala di Milano. Il racconto della genesi di Boheme e della sua triste storia sarà affidata alla sapienza di Massimo Carpegna, docente dell'Istituto Musicale e Direttore d'Orchestra.  L'immancabile appuntamento è previsto per Sabato 25 febbraio alle 17,30 presso il Salotto Culturale Aggazzotti in Viale Martiri della Libertà 38.

Document Actions