Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Progetti di territorio per la vivibilità e la sicurezza

"Il controllo spontaneo dello spazio da parte degli abitanti può avvenire solo in una città vitale, vivace, in cui le strade sono usate di giorno e di notte, il cui ambiente non degradato ispira fiducia e senso di appartenenza, una città fatta di quartieri che il cittadino ama, con cui si identifica e che quindi è pronto a difendere"
(J.Jacobs da "Vita e morte delle grandi città" 1961).

La vitalità del territorio è un elemento fondante attraverso il quale si può ottenere una maggiore sicurezza.
La frequentazione degli spazi pubblici non solo produce sorveglianza spontanea, ma riduce in maniera sensibile spazi morti, nascosti, indefiniti dove la criminalità tende a concentrarsi.
L'apporto della società civile è importante sia per la capacità di leggere il territorio e di individuare e segnalare i problemi in modo capillare, sia perché la sicurezza considerata come qualità di vita e condizione di vivibilità dei quartieri, non può prescindere dal coinvolgimento diretto di chi in quei quartieri abita, lavora, vive quotidianamente.

La condivisione di questo concetto di sicurezza è stata evidenziata dalla disponibilità dimostrata dalle associazioni che si sono attivate su questi temi sia attraverso un coinvolgimento diretto dei cittadini e delle rappresentanze della società civile nell'attuazione di progetti di prevenzione promossi dall'amministrazione, sia attraverso la realizzazione di progetti e iniziative proprie.

I progetti delle Associazioni, per quanto concerne l'animazione dello spazio pubblico, realizzati sia per iniziativa autonoma sia nell'ambito di attività sviluppate in collaborazione e nell'ambito del programma di azioni sulla sicurezza urbana dell'Amministrazione Comunale, evidenziano l'importanza che la società civile ricopre nella realizzazione di politiche volte al miglioramento delle condizioni di vita pur non essendo esaustive delle attività svolte su questi temi. E' soprattutto l'implementazione di politiche di prevenzione che richiede un'attenzione alle comunità residenziali.
La comunità svolge un doppio ruolo: da un lato può essere "usata" per identificare le aree dove maggiormente sono avvertiti i rischi, dall'altro può essere visto come soggetto protagonista delle azioni di prevenzione.

Di qui il fondamentale ruolo delle Circoscrizioni in quanto è a livello di Circoscrizione che è più facile rilevare o far emergere le situazioni problematiche, capirne la valenza e il significato per i residenti di quel territorio, immaginare risposte realistiche, empiriche e adatte alle specificità territoriali, individuare le risorse formali e informali da attivare sulle situazioni specifiche.