Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Benessere organizzativo

 

Il benessere organizzativo nel Comune di Modena
Un aspetto della "qualità" delle organizzazioni è dato dal "benessere dei dipendenti" sul luogo di lavoro. In tal senso è certamente utile che l'azione del management sia orientata a garantire il benessere organizzativo anche attraverso la progettazione di iniziative ad hoc.

A partire dall'anno 2003 il Comune di Modena ha avviato una serie di iniziative di ascolto dei propri dipendenti al fine di raccogliere dati e informazioni utili alla progettazione di iniziative di miglioramento del benessere organizzativo [Sintesi progetti coinvolgimento].
Successivamente ha avviato una serie di azioni finalizzate a migliorare i processi di coinvolgimento, partecipazione e comunicazione.


Indagini e ricerche
Le prime iniziative messe in campo dal Comune di Modena in tema di benessere organizzativo hanno inteso migliorare la conoscenza dei dipendenti comunali: non solo dal punto di vista delle caratteristiche “oggettive” (titolo di studio, età, ecc.), ma anche di quelle più strettamente “soggettive”. Ciò al fine di ragionare su dati attendibili, e non solo su stereotipi o convinzioni personali, e di acquisire indicazioni per migliorare l’organizzazione dell’ente e il senso di appartenenza dei dipendenti all’organizzazione stessa. Alla base di tali iniziative vi sono le due ricerche quantitative effettuate nel 2003 e nel 2007, cui si è aggiunta una indagine sul tema della responsabilità dei funzionari di categoria D sempre nel 2007.

Indagine dipendenti 2003

Indagine dipendenti 2007

Indagine sulle responsabilità dei funzionari di cat. D

Indagine dipendenti 2011


Progetti sul benessere organizzativo
A seguito dei risultati dell'indagine condotta nel 2003 e dei successivi focus group, è stato prodotto un documento di progettazione per realizzare iniziative di benessere organizzativo, a seguito del quale sono stati costituiti due gruppi di lavoro intersettoriali i quali hanno elaborato due distinte iniziative di miglioramento.

Progetto Benessere

Progetto Modalità di coinvolgimento dei dipendenti

Progetto Mezzi di informazione rivolti ai dipendenti

Sportello di ascolto
La nuova definizione di salute prevista dal Dlgs n. 81 del 2008 contiene un’idea innovativa di salute intesa quale “benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o d’infermità”. In tal senso, al fine di promuovere il benessere e la salute dei lavoratori è opportuno prevedere l'adozione di misure di prevenzione e contrasto allo stress e in generale alla sofferenza e al disagio psicosociale.
Il Comune di Modena ha pertanto inteso sperimentare uno "sportello di ascolto" finalizzato ad offrire un momento di attenzione per le problematiche relazionali dei dipendenti relative all'ambiente di lavoro.

Progetto Sportello di ascolto



Piani di miglioramento settoriali

Anche a seguito delle indagini realizzate nel 2003 e 2007 sull'identità dei dipendenti, sono stati attivati piani di miglioramento di settore che hanno interessato in modo più specifico gli operatori di sportello del Servizio Anagrafe, le insegnanti delle scuole dell'infanzia e il personale amministrativo del Settore Politiche sociali.

Progetto Servizi demografici

Progetto Settore Politiche sociali

Progetto Settore Istruzione


Convegno 2 aprile 2009
"Benessere organizzativo e lavoro pubblico: esperienze di comuni a confronto"

Il 2 aprile 2009 il Comune di Modena ha organizzato un convegno allo scopo di condividere con altre amministrazione i principali approcci teorici e metodologici relativi al tema del benessere organizzativo anche per favorire il confronto fra buone prassi in tale ambito di intervento.

Relazioni

Direttore Generale Comune di Modena

prof. F. Avallone

Comune di Cremona

Comune di Ravenna

Comune di Cesena

Comune di Bolzano

Comune di Trieste