Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2015 / Giugno / SICUREZZA STRADALE / 2 - LE REGOLE PER IL TRASPORTO DEI BIMBI
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

12/06/2015

SICUREZZA STRADALE / 2 - LE REGOLE PER IL TRASPORTO DEI BIMBI

In auto, in moto, in bici o nel cammellino: ecco quanto prevede il Codice della Strada

Il mancato o scorretto trasporto dei bambini è sanzionato dal Codice della Strada (con ammende da 81 a 326 euro, detrazione di 5 punti dalla patente e sospensione della patente alla seconda violazione in due anni) che fornisce precise disposizioni in materia, poichè l’uso dei seggiolini è estremamente efficace per diminuire la possibilità di morte o lesioni gravi non solo sulle auto ma anche su altri veicoli.

In automobile i bambini fino a 36 chilogrammi di peso vanno trasportati sui seggiolini omologati o, quando si tratta di bimbi che pesano più di 18 chilogrammi, con gli adattatori che li sollevano consentendo di utilizzare le cinture di sicurezza. Il posto più adatto per sistemare il seggiolino e il sedile posteriore, al centro, per proteggere il bimbo da eventuali urti laterali. Bisogna invece evitare assolutamente di tenere i bambini in braccio a un adulto, ancor più rischioso se l’adulto è seduto accanto al posto di guida. Inoltre, non si possono trasportare i bimbi utilizzando un seggiolino rivolto all’indietro collocato su un sedile protetto da Airbag frontali.

In autocarro i bambini non possono essere trasportati, perché il veicolo è destinato al trasporto delle cose o delle persone addette.

In bicicletta i bimbi fino a 15 chilogrammi di peso vanno trasportati su un seggiolino anteriore, mentre per i bimbi fino a 8 anni il seggiolino va collocato posteriormente fissandolo al telaio o al portapacchi della bici. In ogni caso, i bimbi, possono essere trasportati solo da un maggiorenne e usando un seggiolino omologato con bretelle o cinture di contenimento e una struttura che protegga i piedi, lo schienale e dei braccioli. È importante, infine, l’uso del casco protettivo.

I carrellini o “cammellino”, che iniziano a vedersi anche sulle nostre strade, sono autorizzati per il trasporto solo se la lunghezza del velocipede, rimorchio compreso, non supera i 3 metri e il carico trasportato i 50 chilogrammi. Il carrellino inoltre, deve essere segnalato da bandierine e deve circolare sulle piste ciclabili se sono presenti.

In moto e in ciclomotore non si possono trasportare i minori di cinque anni (le sanzioni per chi contravviene vanno vai 161 ai 646 euro). I bambini trasportati non vanno fatti sedere davanti al conducente, ma dietro, in modo stabile ed equilibrato. La normativa non prescrive adattatori ma esistono dei dispositivi utili universali e adattabili a qualsiasi tipo di moto o scooter, dotati di maniglie e cinghie di fissaggio. Ovviamente il bambino dovrà indossare il casco e sono consigliate le opportune protezioni.

 

Opuscolo "Bimbo a bordo - Viaggiare sicuri con mamma e papà Regole fondamentali e consigli utili per viaggiare in sicurezza" [file pdf]

Azioni sul documento