Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2017 / Ottobre / FORTE DI SESTOLA / 2 – UN CONVEGNO SUI PROGETTI DI RECUPERO
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

10/10/2017

FORTE DI SESTOLA / 2 – UN CONVEGNO SUI PROGETTI DI RECUPERO

Alla giornata di lavori di venerdì 13 ottobre anche Luciana Serri dell’Assemblea legislativa e Sabina Magrini del Mibact per l’Emilia Romagna

Sarà introdotto dagli interventi di Luciana Serri, consigliera dell’Assemblea legislativa e presidente Commissione II della Regione Emilia-Romagna, e di Sabina Magrini, segretario regionale Mibact per l’Emilia Romagna, il convegno “Nuovi progetti per il Forte Estense di Sestola” in programma venerdì 13 ottobre nella sala conferenze dell’ex Osteria presso il Forte di Sestola, in via Della Rocca.

Alle 15.00 dopo la registrazione dei partecipanti e il saluto del sindaco di Sestola Marco Bonucchi e dalla presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Modena Anna Allesina, in particolare, Serri parlerà de “L’impegno della Regione Emilia-Romagna per la valorizzazione turistico-culturale dell’Appennino” e Magrini del tema “Tra rocche, delizie e piazze: l’avvio del cantiere Estense”.

Alle 15.30 i lavori entreranno nel vivo con l’approfondimento “Il Forte Estense di Sestola tra storia e progetto”, sotto la presidenza dell’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Modena Gabriele Giacobazzi, con gli interventi di Federica Badiali, geomorfologa e vicepresidente dell’Accademia “Lo Scoltenna” su “Le fortezze di Marco Antonio Pasi. I progetti di un cartografo itinerante”; Gionata Magnani, presidente dell’associazione culturale “E’ Scamàdul” su “Sestola: 500 anni di Governo Estense”; Giovanni Cerfogli, progettista del Comune di Modena, su “Progetti per il recupero architettonico e funzionale del complesso ex colonia “Impero”, Casa di Guardia e restauro dell’oratorio di San Nicolò – conservazione e nuovi usi per la cultura e il turismo”; Paolo Ferrari, progettista incaricato del Comune di Modena, su “Progetti di conservazione strutturale dell’ex Colonia e dei Bastioni – quale futuro?”; Michele Pagani, conservatore di Beni culturali, professore a contratto dell’Università degli studi di Bologna, facoltà Conservazione e restauro beni culturali, Campus di Ravenna, su “I due volti del Rinascimento, tradizione e rinnovamento nelle correnti artistiche in area centro appenninica; gli affreschi della chiesa di San Nicolò”.

Alle 18, dopo una pausa, è prevista una tavola rotonda dal titolo “Un futuro per il passato: nuovi scenari per il Forte di Sestola” condotta da Federica Galli, giornalista di Trc. Alla tavola rotonda parteciperanno Paolo Credi, collezionista e operatore culturale, consigliere di amministrazione di “Fondazione Modena Arti Visive”; Marisa Burchi, assessora alla Cultura del Comune di Sestola, Antonio Capasso, presidente della cooperativa Girasole Modena; Matteo Tini, presidente Asd Cimone bike center Sestola; e Luciano Magnani, presidente Consorzio stazione invernale del Cimone. A concludere i lavori, intorno alle 18.45, sarà il sindaco di Modena e presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli.

A seguire nella Corte delle ex Colonie e negli edifici di progetto sarà allestita una installazione audiovisiva di light art dal titolo “Shadow light” a cura di Sabrina Bastai e nella sala del Camino della Rocca si terrà un aperitivo.

È previsto un servizio navetta dal centro di Sestola con partenza da piazza Passerini-corso Libertà 96, dalle 14.30 alle 15.30 e dalle 18 alle 19.

Azioni sul documento