Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2017 / Novembre / TANGENZIALE PIRANDELLO, AL VIA PROCEDURE PER LA BARRIERA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

08/11/2017

TANGENZIALE PIRANDELLO, AL VIA PROCEDURE PER LA BARRIERA

Approvato il progetto esecutivo e pubblicato il bando per l’affidamento dei lavori di realizzazione dell’infrastruttura antirumore e di sicurezza all’altezza di strada Capitani

È stato pubblicato il bando per l’affidamento dei lavori di realizzazione della barriera integrata antirumore e di sicurezza lungo la tangenziale Pirandello, nel lato periferia, all’altezza di strada Mauro Capitani.

Nei giorni scorsi è infatti stato approvato dalla Giunta comunale il progetto esecutivo e sono in corso le procedure per l’aggiudicazione dei lavori. L’intervento, per una spesa di 600 mila euro finanziata da RFI sulla base dell’Accordo di programma siglato con l’Amministrazione, partirà in primavera e avrà una durata di circa tre mesi, con fine prevista entro l’estate.

Il progetto è stato redatto in base alla Valutazione di impatto acustico eseguita nell’ambito del progetto esecutivo per il raddoppio della linea ferroviaria Modena-Soliera e la rilocazione della linea storica Milano-Bologna in territorio modenese. Nel tratto di tangenziale interessato, sul lato cittadino è già stata predisposta la barriera antirumore e ora si interviene sul lato periferia.

Vista l’impossibilità per ragioni di spazio di installare una barriera antirumore con a fianco una barriera di sicurezza guard-rail, verrà realizzata una barriera integrata, antirumore e di sicurezza, a margine della carreggiata, in modo da evitare interferenze con la proprietà privata adiacente.

La barriera sarà lunga 120 metri e, nel tratto antistante il fabbricato di strada Capitani 40, sarà realizzata con una fascia centrale trasparente per uno sviluppo di circa 60 metri. L’altezza minima sarà di 5 metri, con in sommità un elemento diffrattore per massimizzare l’isolamento acustico.

La raccolta e lo smaltimento delle acque piovane sulla sede stradale sarà infine possibile attraverso caditoie collocate a margine della banchina laterale, vicino alla struttura portante della barriera, con deflusso nel fosso esistente.

Azioni sul documento