Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2017 / Giugno / COMPRENSIVI, “VERIFICARE IL PROTOCOLLO PER LE ISCRIZIONI”
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

27/06/2017

COMPRENSIVI, “VERIFICARE IL PROTOCOLLO PER LE ISCRIZIONI”

Riequilibrare lo stradario, dove necessario, e coordinare la comunicazione alle famiglie. Sì del Consiglio all’odg del Pd. Respinta invece la mozione sul tema di FI

Sottoporre a verifica e monitoraggio il Protocollo d’intesa per la gestione delle iscrizioni alle scuole elementari e medie, in accordo con i dirigenti e i consigli d’istituto dei Comprensivi e nel rispetto dall’autonomia scolastica, affinché i criteri d’ammissione siano applicati in modo omogeneo. Ma anche riequilibrare lo stradario dove sia necessario e coordinare la comunicazione perché i criteri siano chiari e facilmente comunicabili alle famiglie. È l’invito che il Consiglio comunale di Modena rivolge al sindaco e alla giunta con l’approvazione  nella seduta di lunedì 26 giugno, di un ordine del giorno del Pd illustrato dalla capogruppo Grazia Baracchi sul regolamento delle iscrizioni agli istituti comprensivi (a favore Pd, Per me Modena, FI, e il consigliere Stella di Art.1-Mdp; contro Francesco Rocco di Art.1-Mdp, astenuti M5s, CambiaModena e Idea- PeL).

Sullo stesso tema, l’assemblea ha invece respinto (a favore FI, Idea-PeL, Per me Modena; contro Pd e Vincenzo Walter Stella di Art.1-Mdp, astenuti M5s, CambiaModena e il consigliere Rocco di Art.1-Mdp) un ordine del giorno di Forza Italia, illustrato da Adolfo Morandi che chiedeva di riorganizzare gli uffici per renderli più efficienti e comunicare alle famiglie le assegnazioni almeno un anno prima; implementare software e procedure amministrative per conoscere per tempo il numero di ragazzi che avrebbero diritto di iscrizione secondo lo stradario e consentire, in caso di esuberi, l’apertura di aule sufficienti; riesaminare la configurazione dei Comprensivi per consentire, se necessario, un loro eventuale riassetto e adeguamento; valutare gli itinerari dei mezzi pubblici per metterli a disposizione delle famiglie costrette a lunghi percorsi per accompagnare i figli alle scuole assegnate.

Il documento del Pd ricordava in premessa l’approvazione congiunta, da parte dello stesso Consiglio, della riorganizzazione della rete scolastica in dieci istituti comprensivi e di un ordine del giorno che chiedeva, tra l’altro, di “fare della ridefinizione dello stradario di ogni Istituto l’occasione per un riequilibrio dei carichi demografici e sociali coinvolgendo nell’analisi e nella definizione della proposta tutti i soggetti interessati”.

Ma anche il Protocollo d’intesa per la gestione delle iscrizioni alle scuole primarie e secondarie di primo grado di Modena, predisposto dall’Amministrazione e dalle istituzioni scolastiche per garantire criteri di ammissione uniformi e trasparenti, che definisce il diritto prioritario degli alunni uscenti dalla scuola primaria di proseguire il percorso scolastico all’interno del Comprensivo di appartenenza. La mozione sottolineava infine che “nonostante il Protocollo adottato, si sono verificate criticità nelle iscrizioni alle scuole secondarie di primo grado per l’anno scolastico 2017-18”, evidenziando che “è necessario uniformare la comunicazione alle famiglie in modo che sia chiara e facilmente comprensibile” e “dare risposta prioritaria ai residenti del Comune accettando domande da alunni provenienti da altro Comuni solo in una fase successiva”.

Azioni sul documento