Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Tu sei qui: Home / Sala Stampa / Archivio Comunicati Stampa / 2017 / Luglio / MODENA PARK, ALTRO RECORD: QUASI DIECIMILA ALLA MOSTRA
Sala Stampa

Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

03/07/2017

MODENA PARK, ALTRO RECORD: QUASI DIECIMILA ALLA MOSTRA

Vasco, l’esposizione ufficiale in tre città non aveva avuto i visitatori del Foro Boario

Nei giorni dei primati di Modena Park 2017, anche “Vasco la mostra ufficiale”, allestita al Foro Boario dal 13 maggio, ha battuto ampiamente il suo record di visitatori. Oggi, lunedì 3 luglio, a orario continuato, è l’ultimo giorno per vederla prima della chiusura. Fino a domenica 2 luglio sono andati a visitarla quasi in diecimila. Negli ultimi tre giorni sono stati circa tremila500, (circa 1.500 venerdì 30 giugno, pochi meno sabato 1 e circa 800 domenica 2 luglio), una buona quota dei quali dopo aver prenotato i biglietti on line, modalità che ha permesso una gestione ottimale dei flussi. Anche la preview, con punto informativo e temporary-store a ingresso gratuito al Mata, negli ultimi giorni è stata frequentatissima. La mostra era stata allestita precedentemente in altre tre città: Lucca, Bari e Torino. E a Torino era stata fissato il primato precedente con poco più di 7mila visitatori.

La mostra, organizzata da Team Cloud, curata da Chiaroscuro Creative e allestita negli spazi espositivi di Fondazione Fotografia in collaborazione con il Comune di Modena, negli oltre mille metri quadri del Foro Boario di via Bono da Nonatola racconta in ordine cronologico la carriera di Vasco dagli esordi a oggi, attraversando, anno per anno, i successi discografici e le esibizioni live. Il percorso espositivo si snoda integrando tradizionale e tecnologico tra esperienze reali e virtuali dove si può rivivere, ad esempio, l’emozione dei live con i maxi schermi e le proiezioni in 3D, entrare nei backstage, diventare protagonisti dei set delle copertine, ascoltare Vasco DJ a Punto Radio negli anni ‘70 e entrare virtualmente negli studi di registrazione durante la creazione delle canzoni.

A Modena hanno accompagnato la mostra anche alcune iniziative collaterali: visite guidate con fotografi di Vasco come Pizzarotti, Simoni e Villani, con i curatori Arturo Bertusi e Rosanna Mezzanotte, e con Diego Spagnoli, il direttore di palco di Vasco Rossi; al Mata è stato presentato in anteprima il libro di Vasco, scritto con  Marco Mangiarotti per Qn “Il giovane Vasco. La mia favola rock”; al Foro Boario ha raccontato la sua carriera di fotografo dei grandi miti della musica pop, rock e jazz Michael Putland, oggi con Vasco nell’obiettivo. Tra le curiosità, l’arrivo in mostra del cancello della casa di Vasco Rossi a Zocca, coperto di messaggi dei fan e regalato all’organizzazione dall’artista.

Info online (www.vascolamostra.it).

Azioni sul documento