Tu sei qui: Home Comunicati Stampa 2013 Marzo QUATTRO SERATE DA "VINICIO" PER IMPARARE A "BERE BENE"
06/03/2013

QUATTRO SERATE DA "VINICIO" PER IMPARARE A "BERE BENE"

Lunedì 11, 18, 25 marzo e 8 aprile degustazioni con enologi alla scoperta dei vini regionali e abbinamenti gastronomici con prodotti tipici locali. Iscrizioni on line

 

Imparare a consumare responsabilmente buoni vini all'insegna della salute e del gusto, sotto la guida di esperti enologi. E valorizzare, nello stesso tempo, gli abbinamenti con i prodotti tipici locali.

È ciò che ripropone anche nel 2013 “Bere bene, prima il sapere poi il piacere”, iniziativa promossa dall’assessorato allo Sviluppo economico del Comune di Modena in collaborazione con il ristorante “Vinicio”, i Consorzi dei prodotti Dop e Igp attraverso “Piacere Modena” e “Palatipico”, e cantine vinicole di qualità.

Una novità della nuova edizione, che prenderà il via lunedì 11 marzo, è rappresentata da momenti di “degustazione musicale”, proposti in ogni serata da un musicista solista (chitarra, violino, fisarmonica, arpa), secondo un menu predisposto dal “Salotto culturale Aggazzotti”.

Per partecipare a “Bere bene”, che si rivolge a un pubblico di soli maggiorenni, è necessario prenotarsi on line (www.comune.modena.it/economia). L’iniziativa prevede quattro diverse degustazioni, dedicate a vini emiliani e romagnoli, che si svolgeranno in quattro lunedì sera (11, 18 e 25 marzo e 8 aprile) al ristorante “Vinicio” di via Emilia Est 1526 a Modena, dalle 21 alle 22.30. A tutti i partecipanti sarà regalato un kit composto da due bicchieri da degustazione e un cavatappi professionale, che nelle serate si insegnerà a utilizzare correttamente.

Il costo complessivo per le quattro degustazioni è di 30 euro, e solo il pagamento effettuato agli uffici comunali del Servizio Attività Economico Commerciali in via Santi 40 al sesto piano, renderà valida l’iscrizione on line. Gli uffici sono aperti al pubblico lunedì, martedì e giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 15 alle 18.30 (per informazioni progetti.economici@comune.modena.it).

La serata d’esordio di lunedì 11 marzo, condotta dal direttore del Consorzio tutela del Lambrusco di Modena Ermi Bagni, sarà dedicata non solo ai vini (Lambrusco di Sorbara e Lambrusco Grasparossa di Castelvetro a confronto) ma anche a tutti i prodotti tipici del territorio e al valore delle denominazioni Dop (denominazione di origine protetta) e Igp (indicazione geografica protetta).

Al centro della seconda serata, lunedì 18 marzo, il confronto tra due bianchi della regione: Pignoletto Spumante Righi e Bosco Eliceo Sauvignon Matterelli. Il relatore sarà l'enologo Mauro Catena, nativo di Fano, che è stato direttore dell'Esave (Ente studi e assistenza viticola ed enologica dell'Emilia Romagna), ha lavorato come enologo per Gruppo Coltiva e Gruppo italiano vini e attualmente è “winemaker” per le Cantine Riunite & Civ di Campegine.

Saranno invece due vini emiliani del territorio di Piacenza i protagonisti della terza serata, lunedì 25 marzo: Malvasia Colli Piacentini Doc e Gutturnio Classico Superiore Colli Piacentini Doc, presentati dall’enologo Giuseppe Meglioli. Meglioli, nato a Reggio Emilia, è stato per 40 anni insegnante di Tecnologie alimentari alle scuole superiori e ha svolto attività di professore a contratto nelle Università di Verona e Parma. Attualmente è consulente di numerose aziende italiane e straniere del settore vitivinicolo ed è direttore scientifico della casa editrice “Eno.One” specializzata in pubblicazioni del settore vitivinicolo.

La quarta e ultima serata di “Bere bene”, lunedì 8 aprile, nuovamente condotta dall’enologo Mauro Catena, sarà dedicata ai vini romagnoli e in particolare al Romagna Sangiovese superiore Il Mastino delle Rocche Malatestiane (Cevico) e all’Albana di Romagna passito di Romandiola (Cevico).

L’edizione 2013 di “Bere bene, prima il sapere poi il piacere” ha rafforzato oltremodo la collaborazione con “Piacere Modena” (www.piaceremodena.it), che riunisce i principali Consorzi di tutela e di promozione che rappresentano le produzioni agroalimentari Dop e Igp di Modena, il Consorzio dei ristoratori "Modena a Tavola", l'incoming turistico rappresentato da Modenatur, la formazione e la certificazione di prodotto con Artest.

Azioni sul documento