Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Concessione di loculi, aree cimiteriali, fosse per inumazione

Dove rivolgersi

Competente per la concessione di loculi e di fosse per inumazioni è l'Ufficio Amministrativo Cimitero San Cataldo, sia in occasione di un funerale che in occasione della scadenza di una concessione o di una inumazione, sia in occasione della richiesta di una traslazione di resti.
Funerale: occorre concordare un appuntamento con l'Ufficio Amministrativo Cimitero San Cataldo al fine di fissare l'orario del funerale, telefonando al n. 059/334103.
Le pratiche amministrative possono essere effettuate anche tramite delega ad una Agenzia di Onoranze Funebri.
Dopo aver prenotato l'orario del funerale occorre, sempre presso lo stesso ufficio, scegliere la tomba e stipularne la concessione o disporre le operazioni necessarie per dare sepoltura alla salma presso un loculo già concesso o presso una tomba di famiglia o, in alternativa, ordinare l'inumazione in campo.

 

Scadenza di una concessione o del tempo di inumazione

Alla scadenza di un loculo, il concessionario e i parenti del deceduto devono liberare il loculo destinando i resti mortali o a nuova sepoltura in terra o in celletta ed eventualmente scegliere di cremarli.
L'ufficio a cui rivolgersi per le sepolture di tutti i cimiteri di Modena è l'Ufficio Amministrativo Cimitero San Cataldo. E' necessario fissare un appuntamento on line all'indirizzo www.comune.modena.it/servizidemografici/anagrafe-on-line/prenotazione-appuntamenti o telefonicamente al n. 059/7113918 (da lunedì a venerdì, ore 12-13.30).
Alla scadenza di un loculo, se il concessionario e i parenti del deceduto non provvedono come sopra, il Comune potrà ordinare la liberazione dei loculi e, in caso di ulteriore inadempimento dei privati, liberarli d'ufficio.
Le comunicazioni relative alla liberazione di sepolture e campi di inumazione verranno rese pubbliche attraverso appositi avvisi affissi nei cimiteri.

 

Modalità di richiesta

  • Modalità di richiesta loculi
    Per ottenere la concessione di un loculo o di una celletta bisogna recarsi presso l'Ufficio Amministrativo Cimitero San Cataldo, con una marca da bollo da 16 euro per l'istanza, qualunque sia il cimitero modenese in cui si trova la tomba. Verrà firmato il contratto di concessione del loculo/celletta previo pagamento della tariffa stabilita dal Comune. Il pagamento può avvenire con carta di credito o bancomat, oppure con assegno e l'operatore provvede alla consegna della ricevuta di pagamento. Il costo per loculi e/o tombe di famiglia sono variabili in base alla posizione e all'ordine di altezza.
    E' importante la presenza in Ufficio del parente più prossimo del defunto al fine di firmare il contratto di concessione.
    Sono escluse le spese dovute alle Agenzie di onoranze funebri e ai marmisti.
  • Modalità di richiesta di inumazione in campo
    Non sono necessarie particolari istanze; occorre semplicemente prenotare l'operazione presso l'Ufficio Amministrativo Cimitero San Cataldo. E' prevista solo la documentazione derivante dal pagamento della fossa. Il pagamento è previsto secondo il tariffario del Comune, a disposizione dell'utenza presso lo stesso ufficio di San Cataldo e presso l'ufficio di Polizia Mortuaria.

 

Tempi di risposta

Immediato sia per le concessioni delle tombe che per le inumazioni.
Quando le operazioni cimiteriali non sono connesse ad un funerale, i tempi sono programmati con il Gestore del cimitero.


Informazioni utili

Quasi tutte le concessioni stipulate prima del 1965 sono perpetue.
Per le concessioni stipulate tra il 1965 e il 31/12/1971 è possibile un rinnovo per altri 15 anni alla scadenza
Per le concessioni stipulate a partire dal 1/1/1972 alla scadenza delle stesse non è possibile effettuare alcun rinnovo
Attualmente le concessioni vengono stipulate solo a tempo determinato:

  • 30 anni per i loculi singoli

  • 30 o 60 anni per i loculi doppi

  • 90 anni per per le aree cimiteriali destinate alle sepolture di famiglia

  • Le inumazioni nel campo durano 10 anni

Il loculo trentennale doppio può essere prorogato al fine di far maturare 20 anni di sepoltura alla seconda salma in esso tumulata.

Per avviare le operazioni cimiteriali l'utente deve aver con sé i contratti di concessione, siano essi scaduti o in corso, e i dati anagrafici del deceduto con particolare riferimento ai dati di morte, oltre ad un proprio documento di riconoscimento in corso di validità.
Per gli adempimenti che comportano firme di atti si deve presentare il parente più prossimo ovvero l'erede del defunto.


Prescrizioni

Prima di incaricare le agenzie funebri per la realizzazione di manufatti su tombe o su inumazioni a terra è necessario prendere informazioni presso l'Ufficio di San Cataldo o presso la Polizia Mortuaria per evitare di infrangere divieti che possano causare richieste da parte dell'Amministrazione di rimuoverli o comportare l'applicazione di sanzioni.

Riportiamo di seguito quelle prescrizioni di cui è bene che i privati conoscano l'esistenza per non incaricare il marmista di attività contrarie al DPR 10/9/1990 n. 285, al Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria e alle scelte organizzative del Comune nella gestione dei cimiteri.

Per quanto riguarda i loculi, vedi art. 23 del Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria:

  • esistenza di un vincolo alla scelta del colore e del tipo di marmo per alcuni settori dei cimiteri;

  • in caso di applicazione di una lastra di marmo, esiste l'obbligo che essa corrisponda, nelle sue misure, all'apertura del loculo, che non invada lo spazio in muratura tra un loculo e l'altro e che non crei legami tra due sepolture;

  • la chiusura del tumulo deve essere realizzata con muratura di mattoni pieni a una testa, intonacata nella parte esterna (art. 76 DPR n. 285/90);

  • è necessario che ogni loculo/celletta riporti sul muro di chiusura o sul marmo i dati identificativi del defunto, riprodotti in materiale non facilmente rimovibile;

  • è opportuno evitare di dotare loculi e cellette di mensole, per evitare che oggetti cadendo possano arrecare danni a terzi. La responsabilità ricade sui concessionari;

  • l'uso di lastre di marmo impone l'applicazione di staffe idonee a mantenere in sicurezza la sepoltura.

Per quanto riguarda le sepolture a terra:

  • esistenza di un vincolo relativo alle dimensioni delle lapidi e delle lastre di marmo di copertura delle fosse;

  • divieto nei primi 6 mesi di collocare contorni fossa chiusi con lastre e supporti trasversali di sostegno (art. 23 Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria);

  • divieto nei campi di inumazione delle salme non mineralizzate di collocare contorni fossa di qualsiasi tipo, potendo mantenere solo la lapide verticale con l'apposito sostegno;

  • divieto di posare piante in corrispondenza delle sepolture destinate ad assumere dimensioni medio-grandi (art. 24 Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria).

Ulteriori prescrizioni

E' dovere dei concessionari predisporre le necessarie manutenzioni per mantenere in ordine le sepolture.

 


Normativa di riferimento

DPR n. 285/90 Approvazione del regolamento di Polizia Mortuaria
Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria
Varie circolari Ministero della Sanità

Data dell'ultimo aggiornamento:
07/09/2017
Dove Rivolgersi
Strada Cimitero San Cataldo
Tel: Tel. 059/334103 (per funerali e relative operazioni cimiteriali) Tel. 059/7113918 (per le prenotazioni di operazioni cimiteriali non connesse a funerali, da lunedì a venerdì ore 12.00-13.30)

Concessione di loculi, aree cimiteriali, fosse per inumazione