Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Piccoli crostacei contro la zanzara tigre

Immagine copepode

 

Anche quest'anno l’Amministrazione Comunale ha pensato di affiancare alle azioni di lotta alla zanzara tigre suggerite dalle linee guida regionali le potenzialità offerte da predatori naturali come i copepodi.
I copepodi  sono microscopici crostacei, ghiotti di larve di zanzare e, secondo i risultati ottenuti, il loro impiego permettere di limitare il proliferare della zanzara tigre nei serbatoi d’acqua che rappresentano focolai di infestazione molto importanti e difficilmente controllabili.
Nell’ambito delle azioni di lotta biologica al fastidioso insetto quindi si utilizzeranno anche i copepodi, da immettere all'interno nei bidoni di irrigazione utilizzati negli orti, la cui chiusura ermetica è di difficile realizzazione.

 

Per approfondire

Guarda il servizio di Trc: Zanzare: piccoli morsi, grandi rischi

Video intervista a:

  • Cristina Mussini responsabile Malattie infettive del Policlinico di Modena
  • Giovanni Ceccarelli responsabile Centro trasfusionale del Policlinico di Modena
  • Daniela Barbieri responsabile Ufficio diritti degli animali del Comune di Modena