Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Cimici

Cimice dell'olmo

Ogni anno il comune di Modena interviene con trattamenti preventivi in tutti i siti pubblici del territorio comunale, prima che gli insetti divengano adulti e lascino la pianta.

I possessori di olmi privati, in base ad una specifica ordinanza (che impone la pulizia preventiva dei luoghi di riproduzione con particolare riferimento alla rimozione di arbusti di olmo), vengono avvertiti ogni anno della necessità di eseguire i trattamenti per limitare il fenomeno. I privati nei mesi tra aprile e luglio devono monitorare le piante di olmo, soprattutto all'interno dei mazzetti di semi che restano attaccati alle piante.

Va comunque tenuto presente che il trattamento non elimina il 100 % degli insetti, specialmente a fronte di una popolazione di partenza molto alta. Occorre inoltre ricordare il carattere temporaneo del fenomeno, limitato alla parte finale della primavera e alla prima parte dell’estate.


E' importante tenere in considerazione alcuni suggerimenti:

  • evitare l'ingresso all’interno delle abitazioni: in caso di infestazioni solo esterne (muri, terrazzi, balconi, ecc.) il problema è da ritenersi minore
  • controllare gli accessi all’interno delle abitazioni mediante utilizzo di zanzariere, schermature o altre barriere fisiche, eliminazione di fessure e potenziali varchi, anche se non sono soluzione per impedire al 100 % il passaggio degli adulti. 
  • rimuovere meccanicanicamente, mediante aspirazione, gli insetti
  • utilizzare trattamenti insetticidi localizzati ai soli luoghi di possibile raccolta degli insetti, utilizzando i prodotti normalmente reperibili in commercio, tenendo comunque conto dell’efficacia assai limitata nel tempo

Considerata la scarsa dannosità dell’insetto nei confronti delle piante ospiti, nonché la non pericolosità per le persone, in molti Comuni la cimice dell’olmo non è ritenuta oggetto di piani specifici di lotta. Va pertanto evidenziato l’impegno dell’Amministrazione Comunale nel trattare ogni anno oltre 1.300 piante e nel predisporre la lotta all’insetto.

Cimice asiatica

La cimice asiatica è innocua per le persone e gli animali, ma può creare allarme per la sua abitudine di ripararsi in massa nelle case per svernare e per la tendenza a raggrupparsi (a differenza della cimice verde Nezara viridula) in numeri di diverse decine di individui. Gli adulti emettono inoltre un odore sgradevole se schiacciati o molestati.
Si tratta di un fenomeno temporaneo e destinato ad esaurirsi in modo naturale, pertanto non si interviene con nessun trattamento.

Data dell'ultimo aggiornamento:
07/02/2017