Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Disinfestazioni e derattizzazioni

Disinfestazioni e derattizzazioni su aree pubbliche

Le disinfestazioni e le derattizzazioni su area pubblica vengono effettuate da una ditta incaricata dal Comune su richiesta del Settore Ambiente.
Il cittadino può segnalare all'Ufficio Relazioni con Il Pubblico che provvederà a inviare la richiesta al settore.

La Regione Emilia Romagna ha approvato le Linee di indirizzo per l'impiego dei prodotti fitosanitari nelle aree urbane. Sono previste severe restrizioni all'utilizzo di prodotti fitosanitari in città e l'impiego di mezzi alternativi a tali prodotti.
Forti limitazioni anche all’impiego di insetticidi e fungicidi per la protezione delle piante nelle aree verdi frequentate dalla popolazione.
Il testo riserva un’attenzione particolare ai “gruppi vulnerabili”, come minori, anziani e persone con disabilità. In particolare, i diserbanti saranno banditi nelle aree cortilive delle scuole dell'infanzia, primaria e centri diurni per l’infanzia e nelle aree gioco dei parchi destinati ai bambini.
Per erbe infestanti e insetti dannosi alle piante si dovranno dunque utilizzare metodi naturali e biologici (lancio di insetti utili) o meccanici (sfalci, asportazione delle parti infestate) o ancora fisici (vapore o schiume). Solo in  caso di effettiva necessità si potrà ricorrere ai prodotti chimici.
www.regione.emilia-romagna.it/notizie/2016/maggio/aree-urbane-off-limits-per-i-prodotti-fitosanitari
Le linee guida sono state pubblicate nel Bur della Regione Emilia-Romagna n. 125 del 4 maggio 2016 - Parte seconda.

 

Disinfestazioni e derattizzazioni su aree private

Le disinfestazioni e le derattizzazioni in area privata sono a carico del cittadino che può contattare una qualsiasi ditta presente sul territorio.

Prevenzione di infestazioni da Cimici dell'olmo e Zanzara Tigre

  • Cimice dell'olmo. La pulizia preventiva dei luoghi di riproduzione con particolare riferimento alla rimozione di arbusti di olmo, cresciuti spontaneamente, è imposta da apposita ordinanza. I privati nei mesi tra aprile e luglio devono monitorare le piante di olmo, soprattutto all'interno dei mazzetti di semi che restano attaccati alle piante. Qualora venissero trovati adulti di cimice occorrerà effettuare trattamenti, con prodotti autorizzati per piante floreali e ornamentali, per evitare il propagarsi degli insetti sulle abitazioni circostanti. Per chi non rispetterà le prescrizioni dell'ordinanza sono previste sanzioni amministrative.
  • Zanzara tigre. Nel periodo compreso tra il 1 aprile e il 31 ottobre di ogni anno a tutti i soggetti che a qualsiasi titolo hanno l'effettiva disponibilità o uso di aree o spazi esterni (privati cittadini, amministratori condominiali, società che gestiscono le aree di centri commerciali, gestori di impianti sportivi, gestori di multisale cinematografiche, ecc.), è fatto obbligo di rispettare quanto definito da apposita ordinanza

Esistono specie di insetti che non necessitano di disinfestazione o per i quali sono sconsigliati i trattamenti con prodotti insetticidi per evitare inquinamenti delle falde acquifere e fenomeni di “resistenza” nell'insetto. Consulta le schede di approfondimento.

Data dell'ultimo aggiornamento:
03/06/2016