Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Come presentare una segnalazione per attività rumorose

Il Comune può esercitare il controllo del rispetto dei limiti di rumore stabiliti dalla normativa vigente solo nei casi in cui il disturbo sia generato da impianti o attrezzature utilizzati per attività produttive, commerciali o professionali e da infrastrutture di trasporto (strade, ferrovie).

 

Modalità di richiesta

Le segnalazioni per rumorosità determinata da diffusione musicale presso pubblici esercizi o dalla fruizione delle persone presenti all’interno/esterno di un pubblico esercizio vanno trasmesse attraverso il portale Segnala-MO (https://www.comune.modena.it/segnala-mo)

 

Negli altri casi (attività rumorose e impianti connessi ad produttive/commerciali, rumorosità strade e ferrovia) la segnalazione deve essere formulata utilizzando la specifica Modulistica.

 

Per una corretta valutazione della segnalazione, è necessario fornire sempre le seguenti informazioni:

  • causa del disturbo

  • periodo del disturbo (orari)

La segnalazione deve riportare i dati dell’esponente (nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e eventuale e-mail). Fornire il proprio recapito telefonico rende più veloce eventuali comunicazioni da parte degli uffici competenti.

 

La segnalazione può essere presentata tramite:

  • e-mail alla casella: ambiente@cert.comune.modena.it

  • servizio postale all’indirizzo: Comune di Modena - Settore Ambiente, edilizia privata e attività produttive - Via Santi 40 - 41123 Modena

  • fax al numero: 059/2032117

  • di persona al Settore Ambiente sito in Via Santi 40 nei giorni di lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00

 

Procedura

A seguito della segnalazione il Comune chiede al responsabile delle immissioni sonore di verificare in proprio il rispetto dei limiti di legge e di riferirne all’Ufficio competente e, nel caso in cui venisse rilevato il superamento dei limiti, di fornire una dettagliata relazione circa gli interventi che s’intendono adottare al fine di rientrare nei limiti di legge. Se non si ricevono riscontri o se questi non sono soddisfacenti l’Ufficio chiede ad Arpae di effettuare le rilevazioni fonometriche all’interno dell’abitazione del segnalante per accertare l’effettivo superamento dei limiti previsti dalla normativa vigente.

L’accertamento da parte di Arpae del superamento dei limiti di immissione del rumore implica:

  • la sanzione amministrativa ai sensi dell’art. 10 della Legge n. 447 del 26 ottobre 1995

  • l’avvio di procedimento amministrativo per il rientro nei limiti di rumorosità previsti dalle leggi vigenti

  • la richiesta di fornire una dettagliata relazione circa gli interventi che s’intendono adottare al fine di rientrare nei limiti di legge

  • l’emissione di un provvedimento contenente le prescrizioni di adozione di interventi idonei a rendere le emissioni rumorose conformi alla normativa vigente in materia di inquinamento acustico

 

Tempi di risposta
60 giorni.

 

Rumore determinato da privati
Sono esclusi dalle competenze del Comune i casi di rumorosità determinata da impianti comuni del proprio condominio (ascensore, caldaia condominiale, autoclave, impianti di climatizzazione/condizionamento condominiali, ecc.), dal funzionamento di impianti e/o attrezzature in uso ad abitazioni private e dal comportamento di privati cittadini all’interno delle proprie abitazioni (es. utilizzo di strumenti musicali o mantenimento di alto volume di impianti di diffusione sonora e/o televisivi).

E' sempre consigliabile, se possibile, cercare di raggiungere un accordo con il responsabile del disturbo.

Se non si raggiunge l'accordo, nel caso in cui il disturbo sia determinato dal vicinato o da
impianti comuni del proprio condominio bisogna rivolgersi all'Amministratore del proprio condominio, negli altri casi si può provare con un tentativo di conciliazione presso il Giudice di Pace o si possono adire le vie legali.

Data dell'ultimo aggiornamento:
27/09/2019
Responsabile del procedimento

Dove Rivolgersi
Via Santi, 40
Tel: 059/2032145 2033502
Fax: 059/2032117
lunedì e giovedì 8.30-13.00 e 14.30-18.00