Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Industrie Insalubri

DESCRIZIONE


Le attività artigianali o industriali che con le loro lavorazioni possono produrre vapori, gas o altre esalazioni insalubri o che possono riuscire in altro modo pericolose alla salute degli abitanti, se comprese nell'elenco di cui al D.M. 05/09/1994, sono classificate industrie insalubri: di prima classe o di seconda classe a seconda della tipologia di attività svolta.

 

Chiunque intenda avviare/modificare/trasferire una lavorazione insalubre deve provvedere ad una valutazione delle sostanze chimiche, dei prodotti e materiali impiegati e del tipo di attività e classificare l'industria sulla base dell'elenco di cui al D.M. 05/09/1994. Deve inoltre dichiarare di avere comunque adottato tutti i provvedimenti necessari per la salvaguardia della salute e della incolumità del vicinato.

 

L'interessato deve presentare al SUAP del Comune di Modena, almeno 15 giorni prima dall'avviamento dell'attività, comunicazione, nel rispetto dell'art. 216 del R.D. 27/07/1934 n.1265, utilizzando l'apposita modulistica corredata dagli allegati previsti, che ben evidenzi alcuni aspetti quali il tipo di attività da svolgere, la classificazione di insalubrità dell'attività (1° o 2° classe), le tecnologie che verranno applicate a tutela della salute pubblica e dell'ambiente, il rispetto della normativa in materia edilizia nonché la localizzazione della ditta stessa, ricordando la necessità del rispetto della compatibilità urbanistica dell'insediamento.

 

L’ottenimento dell’attestato di classificazione è subordinato alla valutazione dell’impatto sanitario dell’intero insediamento da parte dell’AUSL.

 

Ricevuto il parere tecnico dell’Azienda Sanitaria Locale competente, il Comune conferma o modifica la classificazione di industria insalubre, attraverso l’emissione e la successiva notifica all’interessato del Decreto di Classificazione a firma del Sindaco.

Il Sindaco ha facoltà di vietare l'attività insalubre o di prescrivere particolari cautele nell'interesse della salute pubblica, sentita la locale Azienda USL.

 

Come presentare la Comunicazione

 

Per avviare un'attività di industria insalubre, modificarla o trasferirla occorre presentare allo Sportello Unico per l'Edilizia e le Attività Produttive (SUAP) la Comunicazione di industria insalubre deve essere formulata utilizzando la specifica Modulistica.

 

Unitamente alla comunicazione devono essere allegati:

  • planimetrie dei locali sede dell’attività e relative sezioni quotate, con esatta indicazione delle destinazioni d’uso e della dislocazione dei macchinari ed impianti utilizzati;
  • copia della pianta planimetrica riportante il contesto urbanistico nel quale è collocata l’azienda con l’indicazione dei ricettori quali abitazioni, scuole, ospedali ecc.

 

Tempi di risposta

30 giorni

 

 

Normativa di riferimento

R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, Testo Unico delle leggi sanitarie;
Decr. Min. San. 5 settembre 1994, n. 132, Elenco delle industrie insalubri di cui all’art.216 del testo unico delle leggi sanitarie.