Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Autorizzazione all'installazione di un impianto fisso di telecomunicazioni per telefonia mobile

La normativa che regolamenta l’installazione delle stazioni radio base di telefonia mobile (di seguito SRB) è articolata in un complesso quadro di disposizioni nazionali, regionali e comunali.

In funzione del tipo di intervento (nuova installazione fissa, nuovo impianto mobile o riconfigurazione di stazione esistente), della collocazione dell’impianto (impianto singolo o su struttura condivisa con altro operatore) e delle potenze implementate sono previsti differenti procedimenti amministrativi. In alcuni casi è necessario avviare un procedimento che si conclude con il rilascio di un atto autorizzativo, in altri casi il gestore può invece avvalersi di procedure semplificate che vanno dalla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) alla comunicazione di installazione, da presentarsi quest’ultima contestualmente all’attuazione dell’intervento stesso.

 

Modalità di presentazione delle pratiche

 

Tutte le pratiche devono essere presentate a Sportello Unico Edilizia mediante il portale Accesso Unitario raggiungibile mediante il seguente link https://www.comune.modena.it/sportello-unico/accesso-unitario-invio-pratiche-on-line

 

Documentazione da presentare

La documentazione da allegare alle istanze è specificamente indicata nel Regolamento Comunale per l'installazione e l'esercizio degli impianti di telecomunicazione per telefonia mobile .

 In particolare:

  • in caso di installazione di un nuovo impianto fisso o di riconfigurazione di un impianto esistente occorre presentare la documentazione indicata all'art. 8 comma 1 del Regolamento
  • in caso di installazione di un impianto mobile occorre presentare la documentazione indicata all'art. 30 comma 1 del Regolamento;
  • in caso di comunicazione di installazione di un impianto di debole potenza e ridotte dimensioni la documentazione da presentare è indicata all'art. 28 comma 2 del Regolamento.

 

Iter istruttorio – Autorizzazioni all’installazione di nuovi impianti fissi

In caso di richiesta di autorizzazione all’installazione di un nuovo impianto fisso l'iter istruttorio prevede:

  • la pubblicazione per 45 giorni consecutivi, sull'Albo Pretorio on-line del Comune, di tutti gli elaborati di progetto;
  • la pubblicizzazione dell'istanza tramite pubblicazione sul sito Ambiente;
  • la comunicazione della presentazione del progetto ai quartieri ed agli uffici URP;
  • il parere di Arpae relativamente agli aspetti radioelettrici;
  • il parere di Ausl relativamente aegli aspetti sanitari;
  • il parere di compatibilità urbanistico-paesaggistica a cura degli uffici tecnici comunali;
  • eventuali ulteriori pareri, autorizzazioni e/o nulla osta (es. autorizzazione paesaggistica, parere edilizio, parere patrimoniale, etc.) dove previsti.

E’ possibile per il gestore dar corso all’installazione dell’impianto solo qualora l’istruttoria abbia esito favorevole.

Tempi istruttori: 90 giorni

 

Iter istruttorio – Segnalazioni certificate di inizio attività (SCIA)

In caso di SCIA per l’installazione di un nuovo impianto fisso su infrastruttura per impianti radioelettrici pre-esistente o di SCIA per la riconfigurazione di un impianto esistente l'iter istruttorio prevede:

  • la pubblicizzazione dell'istanza tramite pubblicazione sul sito Ambiente dell'informativa di deposito del progetto;
  • la comunicazione della presentazione del progetto ai quartieri;
  • il parere di Arpae relativamente agli aspetti radioelettrici;
  • il parere di Ausl relativamente aegli aspetti sanitari ;
  • il parere di compatibilità urbanistico-paesaggistica a cura degli uffici tecnici comunali;
  • eventuali ulteriori pareri, autorizzazioni e/o nulla osta (es. autorizzazione paesaggistica, parere patrimoniale, etc.) dove previsti.

E’ possibile per il gestore dar corso all’intervento solo qualora l’istruttoria abbia esito favorevole.

Tempi istruttori: 30 giorni

 

Iter istruttorio – Comunicazioni di installazione impianti mobili

In caso di comunicazione di installazione di un impianto mobile gli uffici tecnici comunali verificano la conformità del progetto ai requisiti normativi e alle eventuali prescrizioni di Arpae, comunicando al SUE gli esiti dei controlli.

E’ possibile per il gestore dar corso all’installazione dell’impianto solo qualora Arpae abbia espresso parere favorevole all’intervento e le verifiche a cura degli uffici tecnici comunali abbiano esito positivo.

Tempi istruttori: 45 giorni


Iter istruttorio – Comunicazioni di installazione o modifica di impianti di debole potenza e ridotte dimensioni

In caso di comunicazione di installazione o di modifica di un impianto di debole potenza e ridotte dimensioni, procedura di cui il gestore può avvalersi solamente nel caso in cui l’installazione o la riconfigurazione prevedano una potenza massima in singola antenna inferiore o uguale a 10 watt e dimensioni della superficie radiante non superiore a 0,5 m2, gli uffici tecnici comunali ed Arpae verificano, ciascuno per gli aspetti di propria competenza, che siano soddisfatti i requisiti normativi comunicando al SUE gli esiti dei controlli.

Tempi istruttori: l’installazione avviene contestualmente alla comunicazione presentata al SUE

Data dell'ultimo aggiornamento:
27/09/2019