Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Piantumazione di un albero per ogni neonato a seguito di registrazione anagrafica

Dal 1995 per ogni bambino nato o adottato a Modena il settore Ambiente del Comune di Modena mette a dimora un albero in ottemperanza della cosiddetta “Legge Rutelli”, la n. 113 del 29 gennaio 1992.
La legge aveva la finalità di sensibilizzare tutti, cittadini e amministratori, sul tema della qualità dell'ambiente e più complessivamente sulla qualità della vita, per garantire un futuro ai figli in una città sempre più verde; per questo la legge prevede l'obbligo per i Comuni di residenza di porre a dimora un albero per ogni neonato a seguito della registrazione anagrafica.

 

A Modena vaste aree destinate a forestazione urbana  hanno consentito, sin dal 1992,  di piantare un albero per ogni bambino nato e di arrichire il patrimonio arboreo di nuovi alberi.

Ogni anno, si festeggiano i nuovi nati e gli alberi piantati in occasione delle loro nascite, attraverso l'iniziativa Bimbalbero.
Il programma dell'iniziativa  solitamente prevede giochi, laboratori per i più piccoli, merenda e un piccolo ricordo da portare a casa.

I genitori dei nuovi nati non devono fare apposita richiesta e la piantumazione viene fatta a cura del Settore Ambiente in base al numero delle nuove nascite. I genitori vengono informati sulla data dell'iniziativa Bimbalbero e in quella occasione, se lo desiderano,  possono mettere sull'albero apposita targhetta.

Data dell'ultimo aggiornamento:
17/07/2017