Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

VI. Atti di Amministrazione Generale del Comune di Modena (1796-1853)

Il periodo che dal 1796 va all'Unità è certamente uno dei più movimentati della storia d'Italia  e anche di Modena, denso com'è di avvenimenti e sconvolgimenti che si riflettono e si possono evincere dalle attività svolte dalle Amministrazioni locali e non.
Gli anni che vanno sotto il nome di "periodo napoleonico", dal 1796 al 1814, sono quelli dei cambiamenti che preludono all'Unità politica d'Italia, anni in cui, per la prima volta, forse, gli italiani si sentirono una nazione. 

Sempre in quel periodo l'opinione pubblica superò paure e tabù, assumendo come propria la grande eredità napoleonica: l'esortazione a sentirsi liberi e fratelli nell'uguaglianza dei diritti.
Vi fu poi la Restaurazione (1814 - 1859) e i modenesi festeggiarono il ritorno del duca austro-estense Francesco IV, fino a quando i moti risorgimentali finirono per destabilizzare definitivamente il governo.
Tutti i cambiamenti di questo periodo, anche quelli di opinione e i ritardi di questo processo di formazione sono evidenti tra le righe nella grande mole della documentazione conservata dall'Archivio Storico.
Nel presente inventario viene appunto censita, per il periodo che va dal 1796 all'Unità, parte di quella grande serie di atti, tradizionalmente denominata "Ex Actis" e successivamente "Prodotte", che accompagna tutte le attività dei Consigli cittadini dal XV secolo ad oggi.
Questa pubblicazione costituisce il sesto contributo della collana degli Inventari dell'Archivio Storico. Una collana con la quale il nostro Istituto intende via via offrire un quadro sempre più completo della plurisecolare attività amministrativa della comunità modenese dalle sue origini ad oggi.   

Caterina LIOTTI - Paola ROMAGNOLI 
Modena 1995
(€.13)