Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

XVIII. Modena la dominante (1598 - 1796)

Nel 1998 l'Archivio Storico del comune di Modena, pur avendo la responsabilità della buona riuscita di numerosi progetti legati alle manifestazioni per il quarto centenario di Modena capitale dello Stato estenze (1598 - 1998), non ha potuto esimersi dall'impegnarsi per rendere nota al grande pubblico la straordinaria ricchezza documentaria conservata, proseguendo nella politica di promozione e valorizzazione condotta in questi ultimi anni, che ha portato anche alla produzione di materiali multimediali su diversi aspetti e tematiche della storia e della vita della Comunità dal suo sorgere a oggi.
In quell'occasione, avvalendosi dell'intervento e collaborazione di ricercatori che avevano approfondito i diversi aspetti della vita quotidiana nel periodo in cui Modena era stata capitale del Ducato Estenze, ha progettato e organizzato un CD ROM dal titolo Modena la dominante (1598-1998), che costituisce il diciottesimo contributo della collana "Quaderni dell'Archivio Storico". Attraverso documenti, immagini, filmati, musiche, oltreché brevi descrizioni storiche, si è voluto proporre non una "storia di Modena", ma fornire gli strumenti per permettere di ricostruire un quadro sintetico dei diversi momenti storici, con sufficienti aperture verso aspetti peculiari dei diversi periodi, in particolare l'economia, la religione, le istituzioni, l'ambiente. Si è realizzato così un CD ROM che vuole essere, ad un tempo, ricco di suggestioni e utile strumento di lavoro per quanti, a partire dalla scuola, ma non solo, desiderano avvicinarsi allo studio delle complesse vicende di una città capitale.
Val la pena di osservare che non si è voluta nemmeno scrivere la storia di "Modena a corte", e neppure dare un panorama esaustivo delle vicende della Comunità, bensì seguire la storia di quella Comunità che, anche nel periodo in cui la corte estense si è trasferita a Modena, ha saputo mantenere, con alterna fortuna, una propria personalità autonoma.
A questo scopo, per maggiore chiarezza e intelligibilità, ci si è avvalsi di cronologie, glossari essenziali, biografie di personaggi, schede di edifici e altri strumenti di supporto che, come del resto le tematiche di volta in volta esposte nel CD ROM, non hanno neppuna pretesa di essere esaurienti, ma solo quella di fornire esemplificazioni il più possibile ricche di spunti di analisi e riflessione.
Abbiamo, inoltre, volutamente rinunciato ad utilizzare sofisticati effetti speciali, che pure le tecnologie ci avrebbero permesso, perchè volevamo offrire uno strumento duttile e agile che consentisse un immediato collegamento in rete, in particolare, con le banche dati che l'Archivio Storico ha approntato per gli studiosi. Tali banche dati, continuamente aggiornate e aggiornabili, consentono anche al CD ROM di non "invecchiare" e, grazie al sempre possibile collegamento in rete, di essere uno strumento implementabile ogni qual volta lo si ritenga necessario.      

Multimedia V
Modena 2004
(non in vendita)