Avvisi dal comune

Tavolini sotto le stelle

In centro storico, nelle serate del venerdì, sabato e domenica in alcune strade, tavolini all’aperto dei pubblici esercizi. L'iniziativa prosegue per tutta l’estate.

 

L’iniziativa, che proseguirà per tutta l’estate nelle serate del venerdì, sabato e domenica, dalle 19 alle 23, estende in alcune strade del centro storico le aree all’aperto dei pubblici esercizi, arredandole con tavoli e sedute mobili, e trasformando il centro in un vero e proprio salotto a cielo aperto.

Spazio ai tavolini, quindi, nelle vie Gallucci, Castel Maraldo, Albinelli, Ruggera, Badia, in un tratto di via San Giacomo, in largo Sant’Eufemia e in via Sant’Eufemia tra via Carteria e largo Sant’Eufemia, in Calle di Luca, in piazzale Torti e in via Canalino.

L’ordinanza predisposta dall’Amministrazione arriva fino al 27 settembre, con l’intenzione poi di prolungare l’iniziativa fino al 31 ottobre, in corrispondenza con la scadenza delle autorizzazioni degli ampliamenti straordinari dei dehors in regime semplificato post emergenza Covid-19.

L’obiettivo per l’Amministrazione è quello di permettere ai modenesi di godersi le notti d’estate nel centro di Modena senza il rischio di una movida sregolata. “Tavolini sotto le stelle” consente, infatti, di rispondere alle esigenze di maggiore ampliamento dei pubblici esercizi, penalizzati dalle normative anticovid, e di evitare possibili assembramenti grazie ad allestimenti che favoriscono una fruizione più ordinata degli spazi, nel rispetto delle regole di distanziamento.


Modifiche alla circolazione stradale

Durante “Tavolini sotto le stelle”, nelle aree interessate viene previsto anche il divieto di sosta su ambo i lati dalle 18 alle 23 e viene modificata temporaneamente la viabilità, necessaria in particolare a consentire gli accessi ai residenti.

Nei tratti interessati viene comunque lasciato libero un corridoio di sicurezza di 3,50 metri per i mezzi di soccorso e garantita la percorribilità delle intersezioni Selmi/Foschieri, Calle di Luca/largo S.Francesco, Balugola/Grassetti, Servi/Selmi, Canalino/San Geminiano e Canalino/Mascherella.


Ecco le modifiche alla viabilità previste

Per piazzale Torti, Canalchiaro/Balugola a doppio senso di marcia per i residenti e diretti ai carrai con favore di precedenza a chi proviene da piazzale Torti con direzione Canalchiaro; Selmi/Torti provenendo da via dei Servi obbligo svolta a sinistra; Selmi/Grasolfi obbligo svolta a destra su via Grasolfi. Per via Castel Maraldo divieto di accesso eccetto residenti e diretti ai passi carrai; Castel Maraldo a doppio senso di marcia con diritto di precedenza a chi proviene da largo Pomposa direzione Emilia Centro; Cardinal Morone diventa a doppio senso di marcia con diritto di precedenza a chi proviene da piazzale Pomposa verso Emilia Centro. Per via Gallucci, via Mascherella/Rua Pioppa direzione via Emilia Centro a doppio senso di circolazione per residenti e diretti ai carrai con precedenza a chi proviene da via Gallucci verso via Mascherella; Rua Pioppa/Vicolo del Cane a doppio senso di circolazione con precedenza a chi proviene da via Gallucci verso Emilia Centro; Vicolo del Cane direzione via Masone a doppio senso di circolazione per residenti di via Masone con precedenza a chi proviene da via Masone. Anche in via Bertolda, infine, sarà vietata la sosta su entrambi i lati e la circolazione sarà a doppio senso con diritto di precedenza a chi proviene dal lato di via Stella verso corso Canalchiaro. Divieto di sosta su entrambi i lati anche in via Canalino, tra via San Geminiano e via Mascherella.

 

Avviso per la selezione di progetti e iniziative finalizzate alla promozione della cultura della legalità - Anno 2020

Scadenza presentazione domande: 17 settembre 2020 ore 18.00

Avviso per la presentazione delle candidature a componente della Commissione per la qualità architettonica e paesaggio (CQAP) del Comune di Modena periodo 2020-2024

Scadenza presentazione candidature: giovedì 27 agosto 2020 ore 23:59

Attestazioni Isee per l'assegnazione/revisione delle tariffe per servizi educativi e ristorazione della scuola primaria

Fino al 24 settembre è aperta la raccolta delle attestazioni Isee

 

Fino al 24 settembre 2020 è possibile inviare la propria attestazione Isee per la richiesta di assegnazione/revisione delle tariffe di nido e scuola dell’infanzia, oltre che per la richiesta del contributo riservato ai frequentati le scuole Fism con un valore Isee inferiore a € 4.700,00.

Nel medesimo periodo è possibile inviare l’attestazione Isee anche per la SOLA richiesta di riduzione del costo del pasto per il servizio di ristorazione scolastica nelle scuole primarie: anche in questo caso il valore Isee deve essere inferiore a € 4.700,00.

L'invio dovrà avvenire esclusivamente tramite la compilazione del form online.

Dove richiedere l'ISEE

L’ISEE si compila gratuitamente presso le sedi dei CAAF convenzionati. E' possibile anche la compilazione online sul sito dell'Inps con accesso tramite Pin rilasciato dall'Inps stesso oppure tramite credenziali Spid.

 

Consulta la pagina dedicata





Contributo per la locazione di immobili

Erogazione contributi per la rinegoziazione delle locazioni esistenti, modifiche contrattuali e nuovi contratti. Presentazione domande fino al 30 settembre 2020

Il contributo è rivolto ai proprietari di immobili locati che applicano a favore dell'inquilino una riduzione del canone o una modifica del contratto (da libero a concordato) o che stipulano un nuovo contratto concordato per alloggi sfitti.

La domanda di contributo può essere presentata fino al 30 settembre 2020.

Per la presentazione della domanda inquilini e proprietari devono rivolgersi alle organizzazioni di rappresentanza che hanno sottoscritto con l'Amministrazione apposito protocollo.

Requisito economico

Inquilini aventi ISEE compreso tra 0 e 35.000,00€.

Presentazione della domanda

La domanda di contributo può essere presentata fino al 30 settembre 2020, fatta salva la possibilità di chiusura anticipata del bando, causa esaurimento delle risorse disponibili.
Per la presentazione della domanda inquilini e proprietari devono rivolgersi alle rispettive organizzazioni di rappresentanza che hanno sottoscritto con l'Amministrazione apposito protocollo e manifestato la propria disponibilità a collaborare.
L'elenco delle organizzazioni è disponibile nell'avviso pubblico

 

Lavori in via Canalino

Dall’1 luglio traffico sospeso dal civico 53 di via Canalino al civico 9 di via Mondatora. Sosta vietata per i veicoli nell’area del cantiere e nelle vie San Cristoforo e Tintori.

Per consentire i lavori di riqualificazione della pavimentazione stradale in via Canalino, nel tratto da via Mondatora a via dei Servi (incrocio escluso), da mercoledì 1 luglio fino al 31 ottobre sarà sospesa la circolazione dal numero civico 53 di via Canalino stessa al civico 9 di via Mondatora. I veicoli di soccorso sono esclusi dalla limitazione. Nell’area interessata dal cantiere, inoltre, è vietata la sosta, così come in via San Cristoforo e via dei Tintori.

In alcune strade è prevista la direzione obbligatoria di marcia: diritto in corso Canalgrande, all’altezza degli incroci con via San Cristoforo e via dei Tintori, in entrambi i sensi di marcia (esclusi i veicoli diretti ai carrai); a destra all’incrocio tra via Università e via Canalino; a diritto o a destra all’incrocio tra via dei Servi e via Camatta (eccetto gli operatori del Mercato Albinelli); a destra all’incrocio tra piazza XX settembre e via Mondatora.

È stato inoltre istituito il senso unico alternato, con precedenza ai veicoli che percorrono già la strada, in corso Canalgrande tra gli incroci con via San Cristoforo e con via dei Tintori; e all’altezza dell’incrocio tra piazza XX settembre e via Mondatora.

Nella zona del cantiere saranno affissi volantini informativi che indicano le modifiche alla viabilità, mentre i cassonetti per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani e i porta­biciclette saranno rimossi. Gli stalli riservati agli operatori del Mercato Albinelli saranno garantiti e i pedoni potranno continuare a muoversi in sicurezza sui marciapiedi e sotto ai porticati. Le biciclette dovranno essere condotte a mano.

Richiesta di contributi per l'acquisto di kit di pannolini lavabili

E' stato prorogato al 31/08/2020 il termine per le richieste di contributo che dovranno riferirsi ad acquisti effettuati dal 1 giugno 2019 al 31 agosto 2020.

Il Comune di Modena, al fine di incentivare comportamenti virtuosi nel rispetto dell’ambiente, stili di vita di maggior sostenibilità ambientale e limitare la produzione di rifiuti,  dà un contributo a famiglie residenti nel Comune di Modena (anche composte da genitori single), con minori di età compresa tra 0 e 2 anni, che decidono di utilizzare i pannolini lavabili anziché quelli usa e getta.

Il contributo è del 50% della spesa complessiva sostenuta per l’acquisto, fino ad un massimo di € 250,00 per ogni bambino, anche se richiesto con più domande e/o dall'altro genitore.

 
Come richiedere il contributo

E' necessario compilare l'apposito modello di domanda  che dovrà essere:

    • consegnato direttamente al Settore Ambiente, edilizia privata ed attività produttive - Via Venceslao Santi n. 40 - Modena (lunedì e giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00);
    • inviato via Pec al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata:

Le domande presentate con modalità diverse non saranno considerate valide e verranno escluse dal contributo.


Documentazione da allegare alla domanda
  •  copia della fattura quietanzata /scontrino fiscale parlante che attesti l’acquisto dei kit di pannolini lavabili e/o loro ricambi;
  •  nel caso in cui lo scontrino sia anonimo, dichiarazione del rivenditore attestante l’indicazione del kit di pannolini lavabili e/o loro ricambi venduti ed il relativo prezzo
  • copia del documento di identità e del codice fiscale del richiedente.

Nella domanda è necessario dichiarare di essere in regola con il conferimento dei rifiuti e con il pagamento della TARI.
Le domande saranno ammesse a contributo in base all’ordine temporale di presentazione delle stesse (data e numero di protocollo).

Enti sostenitori e cofinanziatori: Regione Emilia Romagna e Atersir

Prevenzione del gioco d'azzardo

Elenco dei luoghi sensibili presenti sul territorio comunale