Ricognizione dei fabbisogni per eventi meteorologici che si sono verificati dal 2 febbraio al 19 marzo 2018

Ricognizione dei fabbisogni relativi al patrimonio pubblico, privato e alle attività economiche e produttive, attività agricole e agroindustriali. Presentazione domande entro il 24 settembre 2018

A seguito degli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati dal 2 febbraio al 19 marzo 2018 nei territori di alcuni comuni delle province di Reggio Emilia, di Modena, di Bologna, di Forli-Cesena e nei territori dei comuni di Faenza, di Casola Valsenio, di Brisighella, di Castel Bolognese e di Riolo Terme in Provincia di Ravenna il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza.
Successivamente il Dipartimento della protezione civile ha emanato l’ordinanza n. 533 del 19/07/2018.
L'ordinanza prevede la ricognizione dei fabbisogni finanziari per i danni al patrimonio pubblico, privato, alle attività economiche e produttive, alle attività agricole e agroindustriali.
La ricognizione si estende anche ai beni mobili e mobili registrati.

La ricognizione dei danni non costituisce riconoscimento automatico dei finanziamenti.


Termine per la presentazione

La ricognizione dovrà essere effettuata entro il 24 settembre 2018

 

Modulistica

SCHEDA B - Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio edilizio privato, dei beni mobili  e dei beni mobili registrati
SCHEDA C - Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive


Modalità di presentazione della documentazione
  • La documentazione può essere  consegnata a mano a:
    Settore Ambiente, Protezione Civile, Patrimonio e Sicurezza del Territorio
    Segreteria di Settore o Ufficio Opere Idrauliche - V. Santi, 40 - 41123 Modena
    Orari : lunedi e giovedi 8.30 - 13.00 e 14.30 - 18.00
  • Consegna mediante raccomandata con ricevuta di ritorno a:
    Comune di Modena -  Settore Ambiente, Protezione Civile, Patrimonio e Sicurezza del Territorio
    Ufficio Opere Idrauliche - V. Santi, 40 - 41123 Modena
  • Inviata tramite pec a:
    all'attenzione del Servizio Energia, Ambiente e Protezione civile


Per informazioni
ing. Sara Toniolo
059/203.2300