Berselli Davide

Indietro
Un vetro da sbrinare

Col motore di un trattore
Con un freddo da tremare
Ed un vetro da sbrinare,
noi lì scemi a cantare.
La pianura tutta uguale
E la nebbia da mangiare
Ridere e scherzare perché siamo insieme
E tutto è un po' speciale
Anche se è normale
Senza voglia di dormire,
un boccone, uno scherzo per finire.

E un'eterna discussione
Per sentirci più vicino
Senza darci mai ragione
Sempre con la birra o il vino.
Le domeniche a far niente
Nella Casa o tra la gente
Ci sembrava facile giocare
Mentre ora non lo è più

Ora che ognuno ha una via Emilia da viaggiare
Ora che il tempo chiede il conto da pagare

Abbracciati ad un concerto;
ostinati a darci torto;
prese in giro andando in giro
senza uno scopo certo.
Parlavamo di cazzate
Coi dialetti mescolati;
e durante qualche estate
siamo stati ancora più attaccati.

Ora che ognuno ha una via Emilia da viaggiare
Ora che il tempo chiede il conto da pagare

Ora ognuno ha un Maggiolone
E una propria direzione
Ora un po' più adulti e soli
Che cambiamo sempre uguali.
Non ci sembra più normale
Senza un vetro da sbrinare
O una strada da viaggiare
Insieme con la voglia di cantare.


Berselli Davide
Indietro Ti sei perso? Clicca qui!