Cecchi Alessandro

Indietro
Il mostro

Bianche le chele d'ottone
perianzio nero d'occhietto

Spaccato
e sfiorato

(Il tempo in monocolore)

T' osservo lontano...

Attento al tuono
del tuo vespaio,
tu che lo culli
coi marchingegni
Infranto ai colli
Di ghiaccio spenti
Per pietra lavi
Cemento e acciaio
Un padre ancora
sul poco fuoco
Ch'affonda lame
Non sotto al mare
(come il tuo ardore)
ma accanto a un nome
per far di lui
neve…

Cecchi Alessandro
Indietro Ti sei perso? Clicca qui!