Tu sei qui: Home / Sportello Unico / Impresa / Riordino della disciplina dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Riordino della disciplina dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

sportellounicoimprese

Il 30/09/2010 sono stati pubblicati sulla GURI (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana):

  • DPR 159/2010: Regolamento recante i requisiti e le modalità di accreditamento delle Agenzie per le imprese;
  • DPR 160/2010: Regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP).

Il regolamento per la semplificazione e il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive, ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, avrà efficacia secondo la seguente tempistica:

  • dal 29/03/2011 per la parte relativa al procedimento automatizzato obbligatorio, previsto nei casi di applicabilità della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) di cui all'art. 19 della L. 241/1990, così come modificato dall'art. 4bis del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78;
  • dal 1/10/2011 per la parte relativa al procedimento ordinario di autorizzazione per le attività produttive.

I tratti salienti della disciplina di riordino sono i seguenti:

  • lo Sportello Unico costituisce l'unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva e fornisce, altresì, una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento;
  • viene assicurato, anche attraverso apposite misure telematiche, il collegamento tra le attività relative alla costituzione dell'impresa di cui alla comunicazione unica disciplinata dall'art. 9 del decreto legge 31 gennaio 2007, n. 7, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 aprile 2007, n. 40 e le attività relative all'attività produttiva di cui al precedente punto;
  • le domande, le dichiarazioni, le segnalazioni e le comunicazioni concernenti le attività che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento, nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (Attuazione della direttiva 2006/123/CR relativa ai servizi nel mercato interno), ed i relativi elaborati tecnici e allegati sono presentati esclusivamente in modalità telematica, al SUAP competente per il territorio in cui di svolge l'attività o è situato l'impianto.

 

 

Data dell'ultimo aggiornamento:
20/09/2012