Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comunali come si vota

Comunali 2019 - come si vota

ico-comesivota.jpg

Elezioni COMUNALI  (oltre i 15.000 abitanti - 1° TURNO)

 

Il 26 maggio 2019 attraverso un'unica scheda, si vota per l'elezione del Sindaco e il rinnovo del Consiglio comunale.

Viene eletto Sindaco il candidato che ottine la maggioranza assoluta dei voti validi (50%+1).

Qualora nessun candidato raggiunga tale quota, si torna a votare dopo due settimane (9 giugno 2019), per scegliere tra i due candidati che la primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti ("ballottaggio").

 

Nella scheda di colore Azzurro (visualizza fac-simile) il nome di ciascun candidato a Sindaco è prestampato e sotto, il simbolo della lista o delle liste che lo appoggiano.  A fianco dei simbolo, negli appositi spazi dedicati, è consentito esprimere al massimo n. 2 preferenze per la carica di consigliere comunale.

E' possibile votare in quattro modi diversi: 

comunali_esempio2.jpg1)

Tracciando un segno solo sul nome del candidato e nessuna delle liste che lo sostiene.

comunali_esempio1.jpg2)

Tracciando un solo segno sul simbolo di una delle liste, votando così sia per il candidato Sindaco, che per la lista a cui è collegato.

comunali_esempio3.jpg3)

Tracciando un segno sia sul simbolo di una delle liste, che sul nome del candidato Sindaco, che per la lista a cui è collegato.

comunali_esempio4.jpg4)

Tracciando un segno sul simbolo di una delle liste, sia sul nome di un candidato Sindaco, non collegato a quella lista (voto disgiunto).

 

 

PREFERENZE Consiglio Comunale


L'elettore, nel primo turno di voto, può esprimere fino a due voti di preferenza per i candidati alla carica di consigliere.  Accanto al simbolo della lista è presente un apposito spazio bianco nel quale indicare il cognome di uno o due candidati appartenenti alla stessa lista. (voto di preferenza: non obbligatorio).

- E' possibile esprimere una o due preferenze, indicando il cognome dei candidati prescelto accanto al simbolo della lista a cui appartengono. In caso di identità del cognome dei candidati, deve scriversi sempre il nome e cognome. 

- Se si esprimono due preferenze, al fine di garantire la parità di genere, esse devono fare riferimento a persone di sesso diverso, pena l'annullamento della seconda preferenza (Lg. 23/11/2012 n. 213).

- Non sono ammesse (pena annullamento) indicazioni numeriche sul voto di preferenza.

 

 

 

Elezioni COMUNALI (oltre i 15.000 abitanti - 2° TURNO - Ballottaggio)

Sull'unica scheda compaiono i nomi dei due candidati Sindaco al ballottaggio, accompagnati dai simboli delle liste che appoggiano la candidatura.
Si vota facendo un segno sul nome di uno dei candidati.

 

 ATTENZIONE:

E' in vigore il divieto di introdurre nelle cabine elettorali, telefoni cellulari od altri strumenti in grado di fotografare o registrare immagini.

 

Ultimo aggiornamento pag. 08/05/2019


Dimensione immagine: 8 KB | Visualizza immagine Visualizza Scarica l'immagine Scarica


Dimensione immagine: 21 KB | Visualizza immagine Visualizza Scarica l'immagine Scarica


Dimensione immagine: 107 KB | Visualizza immagine Visualizza Scarica l'immagine Scarica


Dimensione immagine: 360 KB | Visualizza immagine Visualizza Scarica l'immagine Scarica