Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

news

Presentazione del libro "Geopolitica. Orientarsi nel disordine mondiale"

Modena, 29 maggio 2019

Mercoledì 29 maggio alle ore 18.30 presso la Galleria Europa, Piazza Grande 17, Limes Club Modena presenterà il libro "Geopolitica. Orientarsi nel disordine mondiale" insieme all'autore Manlio Graziano, Professore di Geopolitica e Geopolitica delle religioni alla Sorbona, all’American Graduate School in Paris e al Geneva Institute of Geopolitical Studies. Modererà l'incontro Michele Luppi, di Limes Club Modena.

Il libro, con ricchezza di esempi e testimonianze, guida il lettore attraverso un’area di studi ancora poco conosciuta ma strategica per capire le complessità della scena globale.

Annunciata la terza call del programma Interreg ADRION

Alla 2° edizione dell’ADRION Annual Event, svoltosi il 6 maggio in Montenegro, è stata annunciata la pubblicazione del terzo bando del programma per la cooperazione transnazionale nell’area adriatico-ionica Interreg ADRION.

In particolare, il 20 maggio 2019 verrà aperto un invito sull’Asse Prioritario 1 “Regione innovativa e intelligente” che affronterà due topic:

- Crescita blu e Smart Specialisation Strategy;

- Innovazione sociale.

 

Fonte: http://www.adrioninterreg.eu/index.php/2019/03/06/save-the-date-adrion-programme-annual-event-6-may-2019/

Nuovi temi per l'ultimo bando Urban Innovative Actions - UIA

Urban Innovative Actions - UIA è l’iniziativa europea dedicata alle aree urbane dell’UE per favorire lo sviluppo di strumenti e soluzioni inedite, utili ad affrontare le sfide tipiche del contesto urbano.

Sul sito ufficiale del programma sono stati resi noti i temi del quinto e ultimo bando per il periodo 2014-2020, che verrà pubblicato a settembre 2019: qualità dell’aria; economia circolare; cambiamento demografico; cultura e patrimonio culturale.

I primi due temi sono già stati oggetto di bandi passati, mentre gli altri due vengono affrontati per la prima volta.

 

Per ulteriori informazioni: https://www.uia-initiative.eu/en/news-events/topics-uia-5th-call-proposals-revealed

Horizon 2020: 100 milioni all'Emilia-Romagna

Sono 289 le imprese emiliano-romagnole che negli ultimi cinque anni hanno beneficiato dei fondi del programma europeo Horizon 2020 per 99,67 milioni di euro, distribuiti fra 367 progetti di ricerca.

Mentre Bologna svetta nella classifica regionale con 126 imprese coinvolte in 175 progetti e un contributo di oltre 38 milioni di euro, in provincia di Reggio Emilia le 45 aziende coinvolte in 71 progetti di ricerca hanno ricevuto quasi 14,9 milioni di euro.

Più elevati gli stanziamenti ottenuti dalle 41 aziende modenesi (18,1 milioni) a fronte, però, della partecipazione a un minor numero di progetti di ricerca (60).

Le imprese parmensi hanno ricevuto 4,8 milioni di euro partecipando a 30 progetti.

Alle 18 realtà imprenditoriali della provincia di Forlì-Cesena, che hanno partecipato a 27 progetti, sono stati concessi 9,6 milioni di euro mentre a 15 aziende ferraresi sono andati 2,1 milioni di euro per lo sviluppo di 18 progetti.

I fondi europei distribuiti in provincia di Piacenza sono stati 3,8 milioni di euro a favore di 17 progetti che hanno visto la partecipazione di 10 aziende.

Hanno totalizzato un numero inferiore di partecipazioni a progetti di ricerca 8 imprese riminesi (14) e 6 ravennate (10), raccogliendo finanziamenti rispettivamente per 4 e 4,3 milioni di euro.

 

Per ulteriori informazioni: https://www.aster.it/news/horizon-2020-dalleuropa-100-milioni-euro-imprese-emilia-romagna


Eit Digital Challenge 2019

EIT Digital ha pubblicato la “EIT Digital Challenge 2019, il concorso annuale dedicato a quelle start-up innovative che intendono affrontare nuovi mercati e che sono alla ricerca di fondi e possibilità di networking. Si tratta di un concorso che ha già consentito a molte start-up innovative di crescere ed accedere successivamente ad ulteriori fondi di finanziamento.

I beneficiari del bando sono start-up in crescita, con sede in uno dei 28 Stati membri dell'Unione europea, che cercano di accelerare il loro sviluppo a livello internazionale, con fatturato annuo di oltre 300.000 euro e istituite da massimo 10 anni.

Le 5 categorie per le quali è possibile competere sono:

1. Industria digitale;

2. Città digitali;

3. Benessere digitale;

4. Digital Tech;

5. Finanza digitale.

I vincitori di ogni categoria riceveranno 50.000 euro. Essi avranno inoltre la possibilità di unirsi all'EIT Digital Accelerator per un anno intero, ricevendo un'assistenza dedicata.

Scadenza: 14/06/2019

 

Per ulteriori informazioni: https://www.eitdigital.eu/challenge/


Raccomandazioni della Commissione per la prossima agenda strategica dell'UE 2019-2024

Lo scorso 30 aprile la Commissione europea ha presentato una serie di raccomandazioni politiche sul modo in cui l'Europa potrà plasmare il futuro che l'attende in un mondo sempre più multipolare e incerto. Con le elezioni del Parlamento europeo del 23-26 maggio 2019 e con il cambio di leadership nelle istituzioni dell'UE, è il momento di stabilire orientamenti politici nuovi e nuove priorità.

Considerati i progressi compiuti dall'Unione negli ultimi anni, ascoltata la popolazione e tenuto conto dell'esito delle elezioni del Parlamento europeo, l'agenda strategica 2019-2024 dell'UE costituisce l'occasione giusta per superare le sfide e cogliere le opportunità che attendono oggi l'Europa. Secondo la Commissione l'azione futura dovrebbe concentrarsi su cinque dimensioni, quali protezione e sicurezza, competitività, diritti e giustizia, sostenibilità, forza e influenza dell'Unione nel mondo, così come è vitale abbandonare la tendenza a nazionalizzare i successi ed europeizzare i fallimenti.

 

Per ulteriori informazioni: http://bit.ly/rac-UE-19-24

Ripristino di ecosistemi

La Regione Emilia Romagna ha approvato l’avviso pubblico "Ripristino di ecosistemi" del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Il Programma ha come finalità il miglioramento delle condizioni ambientali del territorio, perseguendo il raggiungimento di uno stato di conservazione soddisfacente della biodiversità attraverso il sostegno, il ripristino e la conservazione degli habitat naturali e semi-naturali, nonché la conservazione della flora e della fauna selvatiche di interesse comunitario. Nel caso specifico si intende contrastare la perdita e la frammentazione degli habitat, la riduzione della biodiversità e la semplificazione del paesaggio rurale aumentando la complessità dell’ecosistema, potenziando le reti ecologiche e creando luoghi di rifugio e di riproduzione per la fauna selvatica.

Possono partecipare al bando la Regione Emilia-Romagna, enti di gestione per i parchi e la biodiversità, parchi nazionali, parchi interregionali, comuni e loro associazioni, consorzi di bonifica, enti pubblici, ONLUS, associazioni ambientaliste e imprenditori agricoli.

Il budget totale disponibile per il bando è di 2 milioni euro e il contributo regionale copre il 100% dei costi totali ammissibili. L’importo minimo di progetto non potrà essere inferiore a 40.000 euro, mentre l’importo massimo è fissato in 200.000 euro.

Scadenze: 20/05/2019


Per ulteriori informazioni: http://bit.ly/RER-ecosistemi

Fondi europei, un euro su dieci è finito in Italia

Dall'articolo di Riccardo Saporiti del 18/04/2019 tratto dal sito del Sole24Ore.


Oltre 451 miliardi distribuiti nel corso di sette anni. I quali, uniti alle compartecipazioni dei singoli Paesi membri, hanno movimentato investimenti pubblici per più di 632 miliardi di euro. A tanto ammontano le risorse stanziate da Bruxelles nell’ambito dei Fondi strutturali e di investimento. E tra i beneficiari, in numeri assoluti, al secondo posto c’è l’Italia.

Per raccontare la ricaduta nei Paesi membri delle politiche europee, Infodata ha utilizzato i dati resi disponibili dalla stessa Commissione. Numeri che mostrano come il nostro Paese abbia ricevuto nel settennato qualcosa come 44,6 miliardi di euro. Si tratta, in termini assoluti, del secondo maggior stanziamento, dietro agli 86 miliardi destinati alla Polonia. E prima dei 39,9 finiti in Spagna.

In buona sostanza, si può dire che ogni dieci euro stanziati dall’Europa, uno è finito in Italia. La somma più consistente, pari a 8,3 miliardi di euro, è stata destinata a misure per favorire la competitività delle piccole e medie imprese.

[...]


Fonte: https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/04/18/39205/

Concorso per la Capitale europea dell'innovazione 2019

La Commissione europea ha aperto il concorso Capitale europea dell'innovazione 2019, un premio annuale assegnato alle città con gli ecosistemi d'innovazione più dinamici, che trovano modi inclusivi di mettere in relazione cittadini, settore pubblico, mondo universitario e imprese per creare nuove soluzioni con vantaggi sociali per tutti.

Il premio Capitale europea dell'innovazione o iCapital è finanziato nel quadro del programma di ricerca e innovazione dell'UE Horizon 2020. Il concorso è aperto per le città di almeno 100.000 abitanti situate negli Stati membri dell'UE e nei Paesi associati a Horizon 2020, che saranno valutate da esperti indipendenti di alto livello.

La città premiata si unirà alle vincitrici precedenti (Barcellona, Amsterdam, Parigi e Atene) e riceverà 1 milione di euro per potenziare e promuovere le sue azioni innovative, mentre le finaliste riceveranno 100.000 euro per potenziare le proprie attività di innovazione.

Scadenza: 06/06/2019

 

Per ulteriori informazioni: http://bit.ly/iCapital-prize-2019

Premio Lux 2018 del Parlamento europeo

Modena, seconda proiezione ("Styx") martedì 21 maggio 2019

Alla Sala Truffaut di Modena i tre film finalisti al Premio LUX 2018 del Parlamento Europeo. La forza delle donne, il tema della competizione 2018.

 

Sala Truffaut

via degli Adelardi, 4 - Modena

ore 21.15

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Il pieghevole  (pdf) e la locandina (pdf) dell'iniziativa 

 

Martedì 7 maggio 2019 ore 21.15

L’ALTRO LATO DI OGNI COSA   (Druga strana svega)  | film di Mila Turajlić| Serbia, Francia, Qatar

Il documentario realizzato dalla regista serba Mila Turajlić racconta attraverso la storia di una famiglia la lotta di un intero paese e di un’intera società per la democrazia e contro il nazionalismo. Il film ci presenta un’attivista in un periodo di grandi sconvolgimenti e mette in discussione il ruolo che ogni generazione ha nella lotta per un futuro migliore.

 

Martedì 21 maggio 2019 ore 21.15

STYX | film di Wolfgang Fischer | Germania, Austria

Il film, diretto dall’austriaco Wolfgang Fischer, comincia come un documentario ma si rivela poi un’allegoria sapientemente costruita del nostro mondo diviso e dell’ambivalenza nei confronti dei rifugiati. La protagonista parte per la vacanza che ha sempre sognato: un traversata in solitaria dell’Atlantico. Dopo una tempesta si trova nei pressi di una nave alla deriva piena di persone che hanno disperatamente bisogno di aiuto. La guardia costiera le ordina di non immischiarsi perché non ha i mezzi per essere d’aiuto ma il suo senso di responsabilità la tormenta. Se ne andrà sapendo che delle persone perderanno la vita in mare?

 

Martedì 28 maggio 2019 ore 21.15

DONNA ELETTRICA (Kona fer í stríð) | film di Benedikt Erlingsson | Islanda, Francia, Ucraina  

Il film del regista islandese Benedikt Erlingsson è una saga femminista gioiosa, inventiva ed energica. Il film racconta la doppia vita di un’insegnante di musica che è anche un’attivista ecologista. Quando sta per compiere la sua azione più clamorosa la protagonista scopre che la sua domanda di adozione è stata finalmente accettata e c’è una bambina in Ucraina che la aspetta.

 

LUX FILM PRIZE  Luxprize.eu

IL CINEMA EUROPEO PER GLI EUROPEI

Il Parlamento europeo sostiene il cinema europeo, la sua ricchezza, la sua diversità e la sua capacità stimolare il confronto. Il LUX FILM PRIZE continua a proporre una sorprendente varietà di generi e stili grazie ai film di giovani registi europei di talento.

Iniziativa "Europeans" della Rappresentanza a Milano della Commissione europea

Che cosa hanno in comune un'atleta olimpica, uno chef stellato, un pensionato e una studentessa? Sono alcuni dei protagonisti di Europeans, la nuova iniziativa della Rappresentanza a Milano della Commissione europea
Con brevi video, dodici cittadini europei raccontano l'Europa secondo la propria visione e la propria esperienza. Sono dodici testimonianze che compongono il mosaico dell'Europa vicina ai cittadini e che crea opportunità concrete. "Abbiamo voluto che Europeans fosse un racconto a più voci per descrivere l'Europa vista e vissuta nel quotidiano. Abbiamo chiesto a volti noti, a studenti e a semplici cittadini di descrivere la loro Europa attraverso emozioni, esperienze e idee per il futuro", ha spiegato Massimo Gaudina, Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea. 
Il racconto di Europeans è iniziato il 20 febbraio scorso con la testimonianza di Agnese, una giovane studentessa di Vittoria (Ragusa), e si arricchirà ogni settimana di nuovi video. Tra i testimonial ci saranno anche lo chef stellato Luca Marchini, la scienziata Elena Cattaneo, l’olimpionica Manuela di Centa e il pallavolista Daniele Mazzone.

Tutti i video, realizzati in collaborazione con Giornalisti Digitali, saranno disponibili sui canali Facebook, Twitter, Instagram e YouTube della Rappresentanza a Milano della Commissione europea.

Qui potrete trovare il link con i video già caricati.

Adottato l'annual work plan 2019 del Programma Salute 2014-2020

La Commissione europea ha adottato ufficialmente l'annual work plan 2019 del Programma Salute 2014-2020.
Il work plan (WP) descrive le priorità e le attività che verranno implementate nel 2019. Complessivamente il budget allocato è pari a circa 64 milioni di euro, con circa il 49.5% destinato a bandi, 37.5% ad appalti e il rimanente 13% ad altre azioni tra cui i premi.

 Il WP 2019 si concentrerà su azioni quali:

  • conoscenza specifica di ogni Paese e tra Paesi;
  • rafforzare la preparazione e la risposta alle gravi minacce per la salute a livello transfrontaliero includendo resistenza antimicrobica e vaccinazione;
  • sostegno strutturale ai sistemi sanitari con riferimento al mercato unico digitale;
  • promozione della salute e prevenzione di malattie non trasmissibili.

Le sovvenzioni previste verranno implementate attraverso delle call for proposals che verranno lanciate e gestite nel corso del 2019 dalla Consumer, Health, Agriculture and Food Executive Agency (CHAFEA).

 

Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/chafea/health/bookshelf/legal-documents/index_en.htm

Concorso spot video: QUI le idee diventano realtà

Il concorso spot video QUI le idee diventano realtà è rivolto ai beneficiari di contributi POR-FESR 2014-2020 che, grazie ai fondi europei, stanno realizzando in Emilia-Romagna progetti mirati alla crescita economica e all’attrattività del territorio.

Il concorso è aperto fino a lunedì 13 maggio 2019 e prevede che i beneficiari realizzino uno spot video per raccontare il proprio progetto e in particolare come da un’intuizione sono nati nuovi prodotti, servizi, innovazioni con ricadute positive per il territorio e la comunità.

È necessario registrarsi online al concorso e realizzare uno spot video di massimo 90 secondi in cui raccontare il proprio progetto. Un video che possa comunicare ai cittadini come in concreto sono utilizzati i Fondi europei, mettendo in evidenza i risultati per il territorio e la comunità. Ogni beneficiario potrà presentare un numero massimo di 2 spot video e ciascun video può riguardare un solo progetto, che deve essere stato avviato entro il 31 dicembre 2018.

Scadenza: 20/05/2019


Per ulteriori informazioni: https://fesr.regione.emilia-romagna.it/por-fesr/comunicazione/campagna-informativa-2019/concorso-spot-video-qui-le-idee-diventano-realta

Interreg Med: al via il primo bando per progetti strategici

E' stato lanciato il primo bando per progetti strategici del Programma INTERREG MED.

Saranno sostenuti unicamente proposte presentate nell'ambito dell'Asse 4 - Enhancing Mediterranean Governance

Sorveglianza marittima e Turismo marittimo costiero sono i due topic su cui è possibile candidare progetti. 

La candidatura potrà essere promossa da soggetti pubblici o equivalenti. Pertanto è esclusa la partecipazione ai soggetti privati.

I progetti finanziati potranno avere un budget compreso tra i 2.5 e i 3 milioni di euro. Saranno finanziati massimo 4 progetti, ossia 2 per ogni singolo topic. Il contributo previsto per i partner sarà dell'85% dei costi ammissibili. La durata massima dei progetti è sarà di 24 mesi con inizio atteso per settembre 2019 e chiusura 30 giugno 2021.

Scadenza: 06/06/2016


Per ulteriori informazioni: https://interreg-med.eu/fund-my-project/calls/first-call-for-strategic-projects/

Bando LIFE 2019 per progetti

La Commissione Europea ha pubblicato le Call for proposals per l’annualità 2019 per le diverse tipologie di progetti dei due sottoprogrammi di LIFE, il Sottoprogramma per l’Ambiente e il Sottoprogramma Azione per il Clima.

Obiettivi del Programma sono:

  • contribuire al passaggio ad un’economia efficiente in termini di risorse, con minori emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici;
  • migliorare lo sviluppo, l’attuazione e l’applicazione della politica e della legislazione ambientale e climatica dell’UE e catalizzare e promuovere l’integrazione e la diffusione degli obiettivi ambientali e climatici nelle altre politiche dell’UE;
  • sostenere maggiormente la governance a tutti i livelli in materia di ambiente e di clima;
  • sostenere l’attuazione del Settimo programma d’azione per l'ambiente.

Possono partecipare enti pubblici e organizzazioni private commerciali e non commerciali (comprese le ONG) con sede nell’UE. Possono partecipare a un progetto in qualità di beneficiari associati anche organismi ammissibili con sede al di fuori dell’UE, a condizione che la loro presenza conferisca valore aggiunto al progetto.

I progetti proposti devono essere di interesse comunitario e apportare un contributo significativo al raggiungimento degli obiettivi del programma, oltre a riguardare i temi trattati dai due sottoprogrammi di LIFE (Ambiente e Azione per il clima).

Il budget disponibile per l’attuazione delle calls è pari a 282.660.000 euro. Il contributo massimo per i progetti in generale può coprire fino al 55% dei costi ammissibili di progetto.

Scadenze: 12 giugno 2019; 17 giugno 2019; 19 giugno 2019; 5 settembre 2019; 12 settembre 2019; (a seconda del tipo di azione).

 

Per ulteriori informazioni: https://ec.europa.eu/easme/en/section/life/calls-proposals

Bando RER “Competenze dei lavoratori, dei professionisti e delle imprese per l'innovazione”

La Regione Emilia-Romagna ha approvato l'invito "Competenze dei lavoratori, dei professionisti e delle imprese per l'innovazione".

L'avviso intende proseguire nel dare attuazione alle azioni previste dal Programma Operativo FSE 2014-2020, dirette a promuovere, sostenere e accompagnare le filiere e i sistemi di imprese del territorio regionale nell'affrontare e nel cogliere le opportunità di innovazione e di cambiamento.

In particolare, il bando intende rendere disponibile un’offerta formativa rivolta a imprenditori e figure chiave delle imprese e professionisti, per attivare e consolidare strategie di innovazione che puntino a incrementare il profilo competitivo delle imprese.

L’offerta formativa è rivolta alle aziende del sistema manifatturiero e a quelle che operano nell'ambito dei servizi alle persone, turismo e commercio.

Potranno candidare operazioni a valere sull’invito, in qualità di soggetti attuatori: organismi accreditati ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione, per l’ambito “Formazione continua e permanente”. Inoltre, potranno accedere alle misure previste e finanziate a valere sull’invito: imprenditori e figure chiave di imprese aventi sede legale o unità locale in Emilia-Romagna appartenenti agli specifici sistemi produttivi o filiere descritte nell’operazione candidata.

Le risorse pubbliche disponibili per il finanziamento delle operazioni di cui all’invito sono pari a 10.000.000 euro. La scelta tra le due opzioni disponibili, de minimis o aiuti alla formazione, determina l’entità del contributo.

Scadenza: 21/05/2019

 

Per ulteriori informazioni: https://bit.ly/2WN8dt8

Clima: piano dell’UE per la riduzione a lungo termine delle emissioni di CO2

Nella risoluzione non vincolante, adottata con 369 voti favorevoli, 116 voti contrari e 40 astensioni, i deputati del Parlamento europeo affermano che solo due degli otto scenari proposti dalla Commissione europea nella sua comunicazione di novembre consentirebbero all'UE di raggiungere, entro il 2050, l'azzeramento delle emissioni nette di gas serra e che tale obiettivo sia l’unico compatibile con gli impegni dell'Unione nel quadro dell'accordo di Parigi sul clima.

I deputati sottolineano anche che, per raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nette nel 2050 nel modo più efficiente in termini di costi, sarà necessario innalzare il livello di ambizione per il 2030.

Essi evidenziano inoltre la necessità di offrire sostegno alle regioni maggiormente colpite dalla decarbonizzazione e di investire nell'economia circolare e nella bioeconomia.

Infine, insistono sull’importanza di destinare una quota minima del 35% delle spese per la ricerca (attraverso il programma Horizon Europe) a sostegno degli obiettivi climatici.

 

Per ulteriori informazioni: https://bit.ly/2Fqi2pY

LIFE 2021-2027: accordo provvisorio sui finanziamenti

E’ stato raggiunto un accordo provvisorio tra Parlamento europeo e Consiglio sul programma LIFE per l'ambiente e l'azione per il clima, che si colloca nell'ambito del prossimo quadro finanziario pluriennale dell'UE per il periodo 2021-2027.

Il finanziamento si concentrerà sulla tutela dell'ambiente, sulla mitigazione dei cambiamenti climatici e sul sostegno alla transizione verso l'energia pulita, migliorando l'efficienza energetica e aumentando la quota di energie rinnovabili.

Elementi cardine del nuovo programma LIFE 2021-2027 saranno la prosecuzione del sostegno alla transizione verso l'economia circolare e una maggiore mitigazione dei cambiamenti climatici, la centralità della tutela della natura e della biodiversità, un maggiore focus nei confronti dell'energia pulita e lo studio di soluzioni innovative, flessibili e sostenibili per rispondere con efficacia alle sfide ambientali e climatiche.

LIFE è uno dei programmi di finanziamento europei per i quali la Commissione ha proposto il maggiore aumento proporzionale per il periodo 2021-2027.

L'accordo provvisorio deve ora essere formalmente approvato dal Parlamento europeo e dal Consiglio.


Per ulteriori informazioni: https://bit.ly/2U6bg28

Bando LIFE 2019 su sovvenzioni di funzionamento per le ONG

È stato pubblicato l'invito a presentare proposte per le ONG attive nei settori dell'ambiente e dei cambiamenti climatici.

L'obiettivo della call è promuovere una migliore governance climatica e ambientale ampliando il coinvolgimento degli stakeholder, fra cui le ONG, nella realizzazione e nella consultazione in riferimento alle politiche attuate.

L'area di intervento delle ONG candidate dovrà ricadere tra le seguenti: acqua, rifiuti, uso efficiente delle risorse, ambiente e salute, aria, foreste, agricoltura, riduzione delle emissioni di gas serra, adattamento climatico, energia, trasporti, biodiversità, finanza, commercio.

Il budget totale è di 24 milioni di euro per un periodo di due anni (2020-2021) e il massimo contributo annuale per sovvenzione sarà di 700.000 euro.

Scadenza: 03/06/2019

 

Per ulteriori informazioni: https://ec.europa.eu/easme/en/section/life/2019-life-call-proposals-ngos

 

Bando di sostegno per l'adesione al nuovo Patto dei Sindaci

La Regione Emilia-Romagna ha approvato il bando rivolto agli enti locali per sostenere l'adesione al Patto dei Sindaci per il clima e l'energia e il processo di redazione del "Piano di azione per il clima e l'energia sostenibile (PAESC)".

Oggetto del bando è il sostegno finanziario al processo di redazione del Piano con cui i firmatari traducono in azioni e misure concrete gli obiettivi di riduzione del 40% di gas serra con un orizzonte temporale al 2030 e di crescita della resilienza dei territori adattandosi agli effetti del cambiamento climatico.

Possono partecipare al bando gli enti locali emiliano-romagnoli, sia come “firmatari singoli” (opzione standard), che come “parte di un gruppo di firmatari” in forma congiunta (quindi unioni di Comuni).

Il bando prevede la concessione di un contributo a fondo perduto a sostegno del processo di redazione del PAESC. Il contributo è previsto a forfait secondo le soglie di abitanti.

Scadenza: 31/05/2019

 

Per ulteriori informazioni: https://bit.ly/2UQlK2p